Francesco Zuccarelli

Italy (17021788 ) - Dipinti Wikipedia® - Francesco Zuccarelli
ZUCCARELLI Francesco Paesaggio Con Borgo Medievale E Pastori Presso Un Fiume

Babuino /18-giu-2013
15.000,00 - 20.000,00
Non Divulgato

Trova opere d’arte, risultati d’asta e prezzi di vendita dell’artista Francesco Zuccarelli nelle aste italiane ed internazionali.
Consulta stime ed aggiudicazioni di Francesco Zuccarelli Segui l'artista con le allerte via mail
Opere in Arcadja
355

Alcune opere di Francesco Zuccarelli

Estratte tra le 355 opere nel catalogo di Arcadja
Francesco Zuccarelli - Idillio Campestre

Francesco Zuccarelli - Idillio Campestre

Originale
Stima:

Prezzo:

Numero di lotto: 75
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Francesco Zuccarelli (Pitigliano 1702 - Firenze 1788) Idillio campestre olio su tela, cm 50,5x61 Expertise su foto di Rodolfo Pallucchini “Spetta a Francesco Zuccarelli il delizioso Idillio paesaggistico strutturato in modo che dalla quinta in ombra formata dalla forcola di terreno sormontata da cespugli e ramaglia si passi, per contrasto, al lontano brano paesistico in centro, quasi corroso dalla luce, mentre la pastorella con il bimbo e la capretta in primo piano s’avvia al paese vicino: un idillio dove il senso arcaico del paesaggio è reso con quella vivacità pittorica che si sposa ad una ariosità spaziale che caratterizzano inconfondibilmente il gusto dello Zuccarelli.”
Francesco Zuccarelli - Paesaggio Con Figure

Francesco Zuccarelli - Paesaggio Con Figure

Originale
Stima:

Prezzo:

Numero di lotto: 159
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
159. FRANCESCO ZUCCARELLI (Pitigliano, 1702 - Firenze, 1788) Paesaggio con figure Olio su tela, cm 92X74 Stima € 10000 - 15000 Provenienza: Roma, Galleria Di Castro Ricondotto al catalogo di Francesco Zuccarelli da Federica Spadotto il bellissimo paesaggio esprime la peculiare influenza della cultura romana sull'artista. Evidenti sono le reminescenze di Andrea Locatelli e Paolo Anesi, qua modulate sui modelli veneti di Marco Ricci e in modo particolare di Giuseppe Zais. Straordinaria e la sequenza prospettica con cui è costruita l'immagine, che partendo dal primo piano dove si svolge il brano di figura, si inoltra verso l'interno, incontrando la quinta scenica arborea per proseguire attraverso i piani delle montagne scanditi da sapienti giochi di toni, atti a caratterizzare in senso atmosferico e spaziale il panorama. Queste considerazioni di ordine estetico, confermano le notizie biografiche tramandateci delle fonti storiche, che narrano di un giovanile soggiorno di studio a Roma tra il 1713 e il 1714, dove svolse il proprio apprendistato nelle botteghe di Giovanni Maria Morandi e Pietro Nelli. Tuttavia, i due artisti erano famosi più per la loro attività ritrattistica, diviene così comprensibile la pur errata indicazione dell'abate Lanzi al riguardo della formazione con Paolo Anesi, realisticamente impossibile a causa della giovane età di quest'ultimo, ma corrispondente all'inclinazione del nostro pittore, senza dimenticare la diffusione dei paesaggi classici in ambito fiorentino da parte di molti allievi di Gaspard Dughet, per non parlare della fortuna critica che riscuotevano le suggestive tele di Salvator Rosa. Rimane plausibile allora ricondurre l'opera in esame al primo periodo d'attività in terra veneta, in cui è attestata la sua presenza dal 1736, e alle prime commissioni a Bergamo sempre dello stesso anno, in cui la memoria del paesismo romano era ancora persistente e capace di visioni dal carattere idealmente classico. Il dipinto è corredato da una scheda critica di Federica Spadotto. Bibliografia di riferimento: F. Spadotto, Francesco Zuccarelli, Milano 2007
Francesco Zuccarelli - Idillio

Francesco Zuccarelli - Idillio

Originale
Stima:

Prezzo:

Numero di lotto: 364
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Francesco Zuccarelli (Pitigliano 1702 - Firenze 1788) Idillio olio su tela, cm 50,5x61 Expertise su foto di Rodolfo Pallucchini 'Spetta a Francesco Zuccarelli il delizioso Idillio paesaggistico strutturato in modo che dalla quinta in ombra formata dalla forcola di terreno sormontata da cespugli e ramaglia si passi, per contrasto, al lontano brano paesistico in centro, quasi corroso dalla luce, mentre la pastorella con il bimbo e la capretta in primo piano s'avvia al paese vicino: un idillio dove il senso arcaico del paesaggio è reso con quella vivacità pittorica che si sposa ad una ariosità spaziale che caratterizzano inconfondibilmente il gusto dello Zuccarelli.'
Francesco Zuccarelli - Paesaggio Con Borgo Medievale E Pastori Presso Un Fiume

Francesco Zuccarelli - Paesaggio Con Borgo Medievale E Pastori Presso Un Fiume

Originale
Stima:

Prezzo: Non Divulgato
Numero di lotto: 116
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
FRANCESCO ZUCCARELLI Pitigliano 1702 - Firenze 1788 PAESAGGIO CON BORGO MEDIEVALE E PASTORI PRESSO UN FIUME PAESAGGIO CON BORGO ARROCCATO E VALLATA CON PASTORI A RIPOSO Coppia di dipinti ad olio su tela, cm. 92 x 74 PROVENIENZA Gi� collezione Alberto di Castro, Roma anni '60 Illustre famiglia romana Due ariosi paesaggi che esprimono il gusto della veduta arcadica di Francesco Zuccarelli. Egli matur� tale tematica coniugando il sapore poetico attinto dallo stile di Paolo Anesi con il pittoricismo e gli effetti luministici della pittura di Marco Ricci e Giuseppe Zais. I paesaggi mostrano una perfetta armonia nella distribuzione della luce su tutta la composizione e sono, inoltre, pervasi da una atmosfera quasi magica che conferisce al soggetto naturalistico quella dimensione tra reale e idillico. Questa atmosfera la ritroviamo, ancora pi� incisiva, nei dipinti realizzati a Bergamo per i Borromeo. Di qualit� sono anche le figure dei pastori che occupano il primo piano nel paesaggio con il borgo medievale, esse sono costruite mediante una luce vibrante sulla materia pittorica che costruisce i volumi. La deliziosa figura della contadina seduta ai piedi di un tronco, nell'altro dipinto, bench� presenti delle linee di restauro sul volto, conserva sempre un tono poetico che suggerisce la fine di una giornata il cui riposo � accompagnato dal suono dell'acqua che scorre nelle vicinanze. I dipinti probabilmente sono riconducibili al primo periodo veneto CONDIZIONI DEI DIPINTI Rintelo novecentesco. Alcuni punti di restauro, quasi ossidati in entrambi i cieli. I dipinti sono in buono stato di conservazione CORNICI Cornici in legno dorato a ricami vegetali di stile veneziano BIBLIOGRAFIA Federico Dal Forno Francesco Zuccarelli Pittore Paesaggista del Settecento, Verona 1994
Francesco Zuccarelli - Paesaggio Con Il Ratto D'europa

Francesco Zuccarelli - Paesaggio Con Il Ratto D'europa

Originale
Stima:

Prezzo:

Numero di lotto: 402
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Lotto n. 402 Francesco Zuccarelli Pitigliano (Gr) 1702 - Firenze 1788 Paesaggio con il ratto d'Europa Olio su tela, cm. 35x45 Francesco Zuccarelli ha coniugato il genere del paesag- gio e delle feste campestri con quello dei temi mitologici classici in diverse opere. Lo stesso soggetto del nostro dipinto, Il ratto d'Europa, appare nella versione del quadro pi� grande di Palazzo Reale, Venezia, si veda in Federico Dal Forno, Francesco Zuccarelli, 1994, p. 50, n. 50, tav. 50. Si confronti per un soggetto analogo anche con il dipinto Festa campestre (Bacco ubriaco) di Venezia, Palazzo Reale (in G. Rosa, tav. 30) Bibliografia di riferimento: G. Rosa, Zuccarelli, G�rlich, Milano, 1945, tav. 30; Federico Dal Forno, Francesco Zuccarelli; pittore pae- saggista del Settecento, Venezia, 1994.
Arcadja LogoProdotti
Abbonamenti
Pubblicità
Aste Sponsorizzate
Abbonamenti

Chi siamo
Il Prodotto
Follow Arcadja on Facebook
Follow Arcadja on Twitter
Follow Arcadja on Google+
Follow Arcadja on Pinterest
Follow Arcadja on Tumblr