Cookies help Arcadja providing its services: browsing the portal you accept their use.
I cookies aiutano Arcadja a fornire i suoi servizi: navigando nel portale ne accettate l'utilizzo.
Cookies disclosure/Informativa cookies

  • Art Auctions, Ventes aux Encheres Art, Kunstauctionen, Subastas Arte, Leilões de Arte, Аукционы искусства, Aste
  • Ricerche
  • Servizi
  • Iscrizione
    • Iscrizione
  • Arcadja
  • Cerca autore
  • Login

Giuseppe Zais

Italy (Forno Di Canale 1709 -  Treviso 1784 ) Wikipedia® : Giuseppe Zais
ZAIS Giuseppe Paesaggio Fluviale Con Lavandaie E Pastori Paesaggio Fluviale Con Pastori E Pastori Presso Un Fiume

Babuino
17-dic-2018
Trova opere d’arte, risultati d’asta e prezzi di vendita dell’artista Giuseppe Zais nelle aste italiane ed internazionali.
Consulta stime ed aggiudicazioni di Giuseppe Zais Segui l'artista con le allerte via mail
Opere in Arcadja
292

Alcune opere di Giuseppe Zais

Estratte tra le 292 opere nel catalogo di Arcadja
Giuseppe Zais - Paesaggio Fluviale Con Lavandaie E Pastori Paesaggio Fluviale Con Pastori E Pastori Presso Un Fiume

Giuseppe Zais - Paesaggio Fluviale Con Lavandaie E Pastori Paesaggio Fluviale Con Pastori E Pastori Presso Un Fiume

Originale
Stima:

Prezzo: Non Divulgato
Numero di lotto: 212
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
GIUSEPPE ZAIS, att. a (Forno di Canale 1709 - Treviso 1781) PAESAGGIO FLUVIALE CON LAVANDAIE E PASTORI PAESAGGIO FLUVIALE CON PASTORI E PASTORI PRESSO UN FIUME Coppia di dipinti ad olio su tela applicata su tavola, cm. 64 x 46 In cornice PROVENIENZA Illustre collezione privata, Milano CONDIZIONI DEL DIPINTO Tela applicata su tavola. Punti di restauro sparsi sul cielo e sul paesaggio nel dipinto con le lavandaie in primo piano, punti di restauro sparsi nelll'altro paesaggio €
Giuseppe Zais - Paesaggio

Giuseppe Zais - Paesaggio

Originale 1765
Stima:
Base d'asta:

Prezzo:

Prezzo Netto
Numero di lotto: 634
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
GIUSEPPE ZAIS (Forno di Canale, 1709 - Treviso, 1781) Paesaggio Olio su tela, cm 36 X46 Riconducibile alla maturit à del pittore, l'opera esibisce una elegante stesura pittorica, in modo particolare per l'ariosa luminosit à e la descrizione della natura, realizzata con pennellate sciolte e leggere. Scarne sono le notizie biografiche sull'artista che risulta registrato alla Fraglia dei pittori veneziani dal 1748 fino al 1768, ma probabilmente il suo tirocinio a Venezia ebbe luogo gi à dal 1740, anno in cui si trasfer ì nella citt à lagunare. I sui primi passi avvengono sotto la guida di Michele Marieschi e Francesco Zuccarelli, acquisendone i toni idilliaci che elabora con personale sensibilit Ã, esprimendo una pittura di particolare levit à atmosferica, senza tuttavia rinunciare a una spontaneit à narrativa. Tornando alla cronologia del suo cospicuo catalogo, di cui solo il 'Paesaggio con fontana classica', custodito all'Accademia di Venezia reca una data certa al 1765, si è propensi a pensare che la tela in esame si collochi tra il settimo e l'ottavo decennio, quando ormai completamente affrancatosi dai suoi maestri, il nostro riscuote uno straordinario successo collezionistico. Fu proprio negli anni Sessanta che Zais realizz ò le prove pi ù felici della sua attivit Ã, schiarendo la tavolozza e proponendo una personale interpretazione del paesismo di gusto arcadico. Ad esempio si pu ò citare il 'Paesaggio Fluviale con fanciulle a riposo', recentemente pubblicato da Federica Spadotto (cfr. F. Spadotto, 'Paesaggisti veneti del '700', Rovigo 2014, pp. 145-184, fig. 259).
Giuseppe Zais -  Paesaggio Con Pescatori

Giuseppe Zais - Paesaggio Con Pescatori

Originale XVIII SECOLO
Stima:

Prezzo: Non Divulgato
Numero di lotto: 262
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
AMBITO DI GIUSEPPE ZAIS, XVIII SECOLO PAESAGGIO CON PESCATORI Olio su tela, cm. 32,5 x 24 PROVENIENZA Villa di famiglia romana, Città delle Pieve CONDIZIONI DEL DIPINTO Rintelo tardo ottocentesco. Foro su di una fronda dell'albero, alcuni restauri in basso CORNICE Cornice in legno dorato, elementi del XVIII secolo €
Giuseppe Zais - Paesaggio Con Pastori, Fiume E Casolare

Giuseppe Zais - Paesaggio Con Pastori, Fiume E Casolare

Originale
Stima:

Prezzo:

Prezzo Lordo
Numero di lotto: 796
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
796GIUSEPPE ZAIS(Forno di Canale, 1709 - Treviso, 1781) Paesaggio con pastori, fiume e casolare Olio su tela, cm 34,5 X42Riconducibile alla maturità del pittore, l'opera esibisce una elegante stesura pittorica, in modo particolare per l'ariosa luminosità e la descrizione della natura, realizzata con pennellate sciolte e leggere. Scarne sono le notizie biografiche sull'artista che risulta registrato alla Fraglia dei pittori veneziani dal 1748 fino al 1768, ma probabilmente il suo tirocinio a Venezia ebbe luogo già dal 1740, anno in cui si trasferì nella città lagunare. I sui primi passi avvengono sotto la guida di Michele Marieschi e Francesco Zuccarelli, acquisendone i toni idilliaci che elabora con personale sensibilità, esprimendo una pittura di particolare levità atmosferica, senza tuttavia rinunciare a una spontaneità narrativa. Tornando alla cronologia del suo cospicuo catalogo, di cui solo il 'Paesaggio con fontana classica' custodito all'Accademia di Venezia reca una data certa al 1765, si è propensi a pensare che la tela in esame si collochi tra il settimo e l'ottavo decennio, quando ormai completamente affrancatosi dai suoi maestri, il nostro riscuote uno straordinario successo collezionistico. Fu proprio negli anni Sessanta che Zais realizzò le prove più felici della sua attività, schiarendo la tavolozza e proponendo una personale interpretazione del paesismo di gusto arcadico. A esempio si può citare il 'Paesaggio Fluviale con fanciulle a riposo', recentemente pubblicato da Federica Spadotto (cfr. F. Spadotto, 'Paesaggisti veneti del '700', Rovigo 2014, pp. 145-184, fig. 259).
Giuseppe Zais - Paesaggio Fluviale Con Lavandaia

Giuseppe Zais - Paesaggio Fluviale Con Lavandaia

Originale
Stima:

Prezzo: Non Divulgato
Numero di lotto: 319
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
GIUSEPPE ZAIS (1709-1784) Paesaggio fluviale con lavandaia e cavallo al traino Paesaggio con lincendio di un casolare e fuggiaschi coppia di olii, cm. 73,5 x 100 Questa bellissima, luminosa e suggestiva coppia di paesaggi è opera autografa di Giuseppe Zais (Forni di Canale (Agordo) 1709 - Treviso 1781), lartista che fu uno dei più importanti esponenti della pittura di paesaggio del Settecento veneziano. La produzione pittorica di Zais non risulta documentata prima degli anni quaranta del XVIII secolo; il suo nome compare nei registri della fraglia (corporazione) dei pittori veneziani a partire dal 1748 fino al 1768. Interpretando in maniera originale gli insegnamenti del battaglista Francesco Simonini (di cui fu allievo), di Marco Ricci e di Francesco Zuccarelli, lartista agordino seppe esprimere il proprio estro creativo in una cospicua produzione di paesaggi toccati con grande sensibilità, orchestrati su una gamma cromatica a prevalenti tonalità terrose, con cieli luminosi che verso lorizznte tendono a fondersi con i profili delle montagne azzurrine. Mentre nel periodo maturo Zais si avvalse in prevalenza di una stesura magra e di un tocco sintetico che esalta la freschezza della visione paesistica, una parte notevole della fase finale della produzione pittorica è caratterizzata da precisi contrasti chiaroscurali che il trascorrere del tempo, a causa dellaffioramento della preparazione di base della tela, ha talvolta accentuati. Secondo Rodolfo Pallucchini (La Pittura nel Veneto, il Settecento, 1994-1996, II, p.343) la inscenatura dei paesaggi di Zais "ricorda sempre le sue valli montane: ma è una natura più aspra, talvolta drammatica, espressa coerentemente con una pittura densa di contrasti chiaroscurali, tessuti su tonalità calde e brunacce". Nella coppia di paesaggi qui studiata, databile allottavo decennio del Settecento, i primi piani sono caratterizzati da una impostazione prospettica che mette in scena due tipici paesaggi pedemontati con casolari rustici, placide riviere e alberi contorti o rinsecchiti riecheggianti la lezione di Marco Ricci. Lo scoppio del violento incendio è sentito dal pittore, più che come evento tragico, come occasione per collocare in primo piano le bellissime figure della coppia di fuggiaschi che, atteggiata melodrammaticamente, porta in salvo qualche oggetto sottratto dalla furia delle fiamme. Entrambi i dipinti sono vivacizzati dalla presenza delle tipiche figure di lavandaie, popolani ecavalieri, connotate da quella schietta vena realistica che caratterizza la genuina produzione di Giuseppe Zais differenziandola dalle edulcorate macchiette inserite nei paesaggi di Francesco Zuccarelli, rivolti a soddisfare il gusto internazionale delle corti europee. La pennellata, leggermente metrica, modella casolari, mantre gli altri elementi compositivi assumono connotazini morbide nella sapiente resa dei corrugamenti del terreno nei primi piani, degli alberi e dei cespugli toccati con abilità. Le ampie distese dei cieli sono solcate da nuvole trascoloranti in delicate tonalità che sembrano riflettersi sui profili di monti lontani. Dario Succi

LA BIOGRAFIA DI Giuseppe Zais

ZAIS Giuseppe nasce a Forno di Canale, provincia di Belluno, nel 1709.
Zais, pittore italiano, dopo un iniziale accostamento alle opere di M.
Ricci, fu allievo di F.
Zuccarelli, dal quale si distinse per un'interpretazione più libera e schietta, mano arcadica, dei tempi paesistici, soprattutto vedute di vallate montane animate da vivaci contrasti chiaroscurali: Paesaggio con lavandaie, Paesaggio con ponticelli.
Solo nell'ultima fase della sua carriera si adeguò alla moda del paesaggio arcadico.
Dipinse anche battaglie e affrescò paesaggi di fantasia e vedute di città italiane.

Arcadja LogoServizi
Abbonamento
Pubblicità
Aste Sponsorizzate
Abbonamento

Arcadja
Il prodotto
Follow Arcadja on Facebook
Follow Arcadja on Twitter
Follow Arcadja on Google+
Follow Arcadja on Pinterest
Follow Arcadja on Tumblr