Andrea Vaccaro

Italy (Napoli 16041670 ) - Dipinti Wikipedia® - Andrea Vaccaro
VACCARO Andrea Adamo Ed Eva Nel Paradiso Terrestre

Blindarte Casa d'Aste /13-dic-2009
25.000,00 - 35.000,00
Non aggiudicato

Trova opere d’arte, risultati d’asta e prezzi di vendita dell’artista Andrea Vaccaro nelle aste italiane ed internazionali.
Consulta stime ed aggiudicazioni di Andrea Vaccaro Segui l'artista con le allerte via mail
Opere in Arcadja
80

Alcune opere di Andrea Vaccaro

Estratte tra le 80 opere nel catalogo di Arcadja
Andrea Vaccaro - Matrimonio Mistico Di Santa Caterina

Andrea Vaccaro - Matrimonio Mistico Di Santa Caterina

Originale
Stima:

Prezzo:

Numero di lotto: 326
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Andrea Vaccaro (Napoli, 1604 – 1670) Descrizione Lotto n. 326 Andrea Vaccaro Matrimonio mistico di Santa Caterina olio su tela, cm 76 x 103 siglato con monogramma intrecciato "AV" a destra sullo sfondo entro cornice dorata a foglia d'oro coeva Il disegno della figura della Vergine nel presente dipinto ritorna nella ‘Madonna con Bambino’’ di Andrea Vaccaro in ubicazione ignota, e anche in un dettaglio della ‘Adorazione del Vitello d’’oro’’ dello stesso artista a Napoli, Museo e Gallerie Nazionali di Capodimonte [cf. R. Lattuada, I percorsi di Andrea Vaccaro, in M. Izzo, Nicola Vaccaro (1640-1709). Un artista a Napoli tra barocco e Arcadia, Napoli, 2009, pp. 79-80, fig. 70; pp. 86-87, fig. 82]. L’’eletto impianto classicista del dipinto – che è molto vicino all’’ opera omonima di Francesco Guarino in collezione privata [cf. R. Lattuada, Francesco Guarino da Solofra nella pittura napoletana del Seicento (1611-1651), Napoli, 2012, p. 93, E42; pp. 219-222] – spinge a datarlo verso il 1640-45, nella fase in cui, insieme a Massimo Stanzione e a Jusepe de Ribera, Andrea Vaccaro è il più affermato maestro a Napoli.
Andrea Vaccaro - Maddalena

Andrea Vaccaro - Maddalena

Originale
Stima:
Base d'asta:

Prezzo:

Prezzo Netto
Numero di lotto: 429
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
429 ANDREA VACCARO Napoli 1604 - 1670 Maddalena Olio su tela, cm 128x100. Provenienza: Christie's, Roma, dicembre 2000. Il presente dipinto � una versione, probabilmente databile agli anni della maturit� del Vaccaro, della "Maddalena" a Palermo, Galleria Nazionale di Palazzo Abatellis, nota anche nelle versioni a Trapani, Museo di Palazzo Pepoli, e Salerno, Museo Diocesano. Oil on canvas. base d’’asta: 7.000 €
Andrea Vaccaro - Noli Me Tangere

Andrea Vaccaro - Noli Me Tangere

Originale
Stima:

Prezzo:

Prezzo Lordo
Numero di lotto: 101
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
101. Andrea Vaccaro (Napoli 1604 – 1670) Noli me tangere olio su tela cm 102 x 76 est. €70000 – €100000 Il dipinto è agevolmente raffrontabile con unaserie di opere autografe di Andrea Vaccaro prodotte tra il terzo eil quinto decennio del Seicento. Ad esempio, la figura di Cristo èuna variante di quella omonima nel 'Cristo appare alla Vergine coni redenti del limbo' di Vaccaro già a Dresda, Gemäldegalerie(distrutto durante la seconda guerra mondiale), mentre moltesimilitudini si colgono tra l'impianto compositivo e la tavolozzadel presente dipinto e gli stessi elementi del 'Pasce Oves meas'già a Roma, Christie's, ed oggi a Firenze, Galleria Moretti (peruna recente disamina di queste opere cf. R. Lattuada, Ipercorsi di Andrea Vaccaro , in M. Izzo, Nicola Vaccaro(1640-1709).Un artista a Napoli Barocco e Arcadia , Todi, 2009,pp. 82-85, figg. 78 e 81). In ogni caso il presente dipinto rappresenta una versione più tardae del tutto autonoma del 'Noli me tangere' di Vaccaro a Cosenza,Galleria Nazionale, opera nota anche attraverso stampeottocentesche (cf. R. Lattuada, I percorsi di AndreaVaccaro , cit., p. 77; p. 78, figg. 65, 67). Chi scrive ha avanzato per il dipinto di Cosenza una datazioneverso il 1635-40, e ha rilevato che esso di fatto riprende loschema compositivo della Santa Rosalia davanti alla SantissimaTrinità di Anton van Dyck a Monaco, Alte Pinakothek, opera del1624-25. La ricomparsa del presente dipinto è fondamentale percomprendere l'influsso di van Dick su Andrea Vaccaro: la figura delCristo e quella di Santa Rosalia nel dipinto di van Dick sonoevidentemente la matrice per quelle del Cristo e della Maddalenanell'opera di Vaccaro qui offerta. L'accuratezza del trattamento anatomico del corpo del Cristo e lascelta di una penombra pomeridiana per l'ambientazione della scenasono tipiche dello stile maturo di Andrea Vaccaro, e sembranosuggerire una datazione verso il 1645-50, all'apice dellatraiettoria dell'artista sia dal punto di vista della reputazionenell'ambiente artistico napoletano, sia dal punto di vistacommerciale. La figura della Maddalena inginocchiata è unasplendida variante della analoga figura nel dipinto omonimo dellaGalleria Nazionale di Cosenza, poi replicata - per la sola figuradella Maddalena - in un'opera già a Vienna, Dorotheum, ed ogginella Collezione Parenza (cf. R. Lattuada, I percorsi di AndreaVaccaro , cit., p. 77; p. 80, fig. 68). Riccardo Lattuada Il lotto è offerto con Attestato di Libera Circolazione. This lot is sold with a valid Export License. View other items in this sale
Andrea Vaccaro - Adamo Ed Eva Nel Paradiso Terrestre

Andrea Vaccaro - Adamo Ed Eva Nel Paradiso Terrestre

Originale
Stima:

Prezzo:

Numero di lotto: 59
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Descrizione Andrea e Nicola Vaccaro (Napoli 1604-1670 / Napoli 1640-1709) Adamo ed Eva nel Paradiso Terrestre olio su tela, cm 95x120 Il dipinto, inedito, è stato gentilmente segnalato da Giuseppe Napoletano a chi scrive e a Mariaclaudia Izzo, che lo stanno pubblicando in M. Izzo, Nicola Vaccaro (1640-1709). Un artista a Napoli tra Barocco e Arcadia (in corso di stampa). Le eccellenti condizioni conservative permettono di riscontrare uno dei rari casi palesi di collaborazione tra Andrea e Nicola Vaccaro. L’’ impaginazione estremamente bilanciata, con le due figure viste di profilo, è memore di opere fondamentali della maturità di Andrea Vaccaro come la ‘Cacciata di Adamo ed Eva dal paradiso terrestre’’ già a Roma, Christie’’s, 15-VI-2005, lotto 700. L’’impianto classicista delle opere mature di Andrea non è qui sufficiente a spiegare la marcata definizione anatomica di Adamo e le forme opime di Eva, ed evidenzia una attitudine ancora più accademizzante, riconducibile a Nicola. Il dipinto è interessante perché palesa un metodo di lavoro tipico di Andrea ed ereditato appieno da Nicola: riusare disegni di accademia per figure differenti, come qui nel caso dell’’Arcangelo Michele del quadro già presso Christie’’s, il cui impianto è stato pressoché riutilizzato per la figura di Eva. La essenziale ma calcolata struttura dello sfondo paesistico è anch’’ essa in piena sintonia con le tendenze della pittura a Napoli alla metà del Seicento, e forse ha senso vedere in alcuni passaggi ancora la mano di Andrea. L’’ipotesi di datazione più plausibile è verso la metà degli anni Sessanta del Seicento, quando Nicola Vaccaro inizia ad emergere tra le pieghe del percorso tardo del padre. Riccardo Lattuada
Andrea Vaccaro - Sacra Famiglia Con Sant'anna

Andrea Vaccaro - Sacra Famiglia Con Sant'anna

Originale
Stima:

Prezzo:

Prezzo Lordo
Numero di lotto: 1180
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
LOT 1180 ANDREA VACCARO NAPOLI 1604-1670 SACRA FAMIGLIA CON SANT'ANNA 70,000—100,000 EUR measurements measurements note 228 x 179 cm. Description firmato con monogramma in basso a sinistra sulle rocce: A.V. olio su tela, senza cornice oil on canvas, unframed CATALOGUE NOTE Questa grande tela, nata probabilmente come pala d'altare, è opera rappresentativa di Andrea Vaccaro, uno degli artisti più richiesti del suo tempo non solo a Napoli, sua città natale, ma anche nel resto del vicereame spagnolo, tra Campania, Puglia e Calabria. La monumentalità delle figure, immerse in uno scuro paesaggio all'antica sullo sfondo del quale s'intravedono due colonne ioniche, conferisce al dipinto un sapore romano, acquisito dal nostro artista per via del modello stanzionesco. Forte è anche la matrice di ascendenza caravaggesca e in particolare battistelliana, evidente nella luce che irrompe da sinistra definendo volumi e forme e illuminando i volti altrimenti immersi nel buio. Proprio questi accenti fortemente naturalistici inducono a datare l'opera ad un momento relativamente precoce, antecedente all'influsso aggraziato di Cavallino, e dunque probabilmente entro gli anni Trenta. L'impianto compositivo e le tonalità cromatiche terrose richiamano da vicino la Maddalena penitente della Certosa di San Martino a Napoli e L'adorazione dei pastori del Kunsthistorische Museum di Vienna. L'identificazione della provenienza della nostra pala risulta difficile a causa della diffusione del soggetto, come evidenziato dalla monografia sull'artista che riporta un nutrito elenco di opere perdute e ricordate dalle fonti raffiguranti la Sacra famiglia ed eseguite per le chiese napoletane (cfr. Maria Commodo Izzo, Andrea Vaccaro pittore (1604-1670) , Napoli 1951, pp. 58-63). Come già accennato qui sopra, la cultura figurativa di Vaccaro, composita e complessa, sintetizza felicemente le diverse tendenze allora attive nel ricco panorama napoletano. Se negli anni giovanili egli si accostò al naturalismo prima di Caravaggio e poi di Ribera - di cui si può riconoscere la lezione nei volti della Sant'Anna e del San Giuseppe - il pittore seppe aggiornarsi sui modi classicheggianti di Guido Reni - sviluppando una tendenza volumetrica e disegnativa - e quindi evolvere verso modalità più esili e aggraziate, prossime all'arte di Stanzione e di Bernardo Cavallino. La Sacra famiglia con Sant'Anna denuncia inoltre un debito con l'opera di Anthony Van Dyck, al quale Vaccaro dovette guardare con attenzione.

LA BIOGRAFIA DI Andrea Vaccaro

VACCARO Andrea nato a Napoli nel 1604, morto nel 1670.Dopo l'esperienza di lavoro con G.
Imparato si unì ai seguaci di Ribera sperimentandone il naturalismo ed il luminismo di origine caravaggesca.
Più avanti, negli anni '40, subì l'influsso di Domenichino e di G.
Reni.

Arcadja LogoProdotti
Abbonamenti
Pubblicità
Aste Sponsorizzate
Abbonamenti

Chi siamo
Il Prodotto
Follow Arcadja on Facebook
Follow Arcadja on Twitter
Follow Arcadja on Google+
Follow Arcadja on Pinterest
Follow Arcadja on Tumblr