Cookies help Arcadja providing its services: browsing the portal you accept their use.
I cookies aiutano Arcadja a fornire i suoi servizi: navigando nel portale ne accettate l'utilizzo.
Cookies disclosure/Informativa cookies

  • Art Auctions, Ventes aux Encheres Art, Kunstauctionen, Subastas Arte, Leilões de Arte, Аукционы искусства, Aste
  • Ricerche
  • Servizi
  • Iscrizione
    • Iscrizione
  • Arcadja
  • Cerca autore
  • Login

Giovanni Domenico Tiepolo

Italy (1727 -  1804 ) Wikipedia® : Giovanni Domenico Tiepolo
TIEPOLO Giovanni Domenico La Sacra Famiglia

Swann Galleries /3-nov-2015
1.854,46 - 2.596,25
Non aggiudicato

Trova opere d’arte, risultati d’asta e prezzi di vendita dell’artista Giovanni Domenico Tiepolo nelle aste italiane ed internazionali.
Consulta stime ed aggiudicazioni di Giovanni Domenico Tiepolo Segui l'artista con le allerte via mail

 

Detto anche :

Tiepolo Giandomenico

 

Opere in Arcadja
598

Alcune opere di Giovanni Domenico Tiepolo

Estratte tra le 598 opere nel catalogo di Arcadja
Giovanni Domenico Tiepolo - Il Battesimo Di Cristo Da Giovanni Battista Tiepolo

Giovanni Domenico Tiepolo - Il Battesimo Di Cristo Da Giovanni Battista Tiepolo

Originale
Stima:
Base d'asta:

Prezzo:

Numero di lotto: 138
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Giandomenico Tiepolo (Venezia, 1726 - 1804) Il battesimo di Cristo Da Giovanni Battista Tiepolo. Acquaforte. mm 237x303. Foglio: mm 274x327. De Vesme, 32. Rizzi, 109. In basso nel margine “Joannes Batta Tiepolo inv. et pinxit/Joannes Dominicus Tiepolo del. et fecit” e all’’angolo superiore destro il numero “17”.
Giovanni Domenico Tiepolo - Angelica Incide Il Nome Di Medoro Sulla Corteccia Di Un Albero

Giovanni Domenico Tiepolo - Angelica Incide Il Nome Di Medoro Sulla Corteccia Di Un Albero

Originale 1757
Stima:
Base d'asta:

Prezzo:

Prezzo Lordo
Numero di lotto: 95
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Giandomenico Tiepolo (Venezia, 1726 - 1804) [ Giovanni Battista Tiepolo (Venezia, 1696 - Madrid, 1770) ] Angelica incide il nome di Medoro sulla corteccia di un albero. Da Giovan Battista Tiepolo. 1757. Acquaforte e bulino. mm 260x195. de vesme , 93. Rizzi , 142. Succi , 83. Settecento vicentino , 1.10.1 Incisione databile 1757 da un affresco ultimato entro il 20 giugno di quello stesso anno, da Giambattista Tiepolo, con la collaborazione del figlio Giandomenico, sulla parete orientale della stanza dell’’Orlando Furioso nella villa Valmarana a Monte Berico di Vicenza. Nei mesi immediatamente successivi alla realizzazione degli affreschi è documentata l’’ esecuzione di 4 incisioni da parte di Giandomenico. Bellissima prova, brillante e contrastata, nel II stato su 3 prima dell’’apposizione del numero “2” all’’angolo superiore destro, stampata su carta veneta con vergelle ma priva di filigrana. Rifilata alla linea di contorno, visibile quasi per intero. Lieve traccia di alcune fioriture in alto nell’’immagine e, al verso , residui di carta al margine superiore e al destro. Altrimenti conservazione ottima. A. Rizzi, L’’opera grafica dei Tiepolo. Le acqueforti , Venezia 1971 D. Succi (a cura di), Giandomenico Tiepolo. L'opera incisa , in AA. VV., I Tiepolo. Virtuosismo e ironia , catalogo della mostra, Mirano (Venezia), 11 settembre-30 novembre, 1988, Torino 1988, p. 186, n. 83 Gli affreschi di villa Valmarana ai Nani nella traduzione grafica di Giandomenico Tiepolo , in AA. VV., I Tiepolo e il Settecento vicentino , catalogo della mostra (Bassano del Grappa, 26 maggio-20 settembre 1990), Milano 1990.
Giovanni Domenico Tiepolo - Via Crucis

Giovanni Domenico Tiepolo - Via Crucis

Originale 1748
Stima:

Prezzo:

Prezzo Lordo
Numero di lotto: 53
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Tiepolo, Giandomenico (Venezia 1726 - 1804) VIA CRUCIS. 1748 Serie completa ed omogenea di 15 acqueforti (14 tavole e 1 frontespizio). mm 209x185 ca. ciascuna. De Vesme, 34-49. Rizzi (1970), 38-53. Rizzi (1971), 39-54. La prima serie incisa da Giandomenico, tratta dalle stazioni dipinte eseguite per l’’Oratorio del Crocifisso nella Chiesa di San Polo a Venezia intorno al 1747. Il frontespizio è nel I stato su 5, dunque tutta la serie è nella prima edizione del 1749. Tutte le altre tavole nello stato unico. Ottime impressioni coeve stampate con segno esremamente pieno e brillante su carta vergellata. Sottile margine oltre l’’impronta della lastra, talvolta rifilate sull’’impronta, tracce sporadiche di foxing , per il resto ottima conservazione. (15)
Giovanni Domenico Tiepolo - La Sacra Famiglia

Giovanni Domenico Tiepolo - La Sacra Famiglia

Originale 1753
Stima:

Prezzo:

Numero di lotto: 449
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
GIOVANNI D. TIEPOLO La Sacra Famiglia passa davanti ad una Statua la cui Testa si stacca e cade a Terra. La Sacra Famiglia passa davanti ad una Statua la cui Testa si stacca e cade a Terra. Etching, 1753. 189x241 mm; 7 5/8x9 1/2 inches, wide margins. Shield with a 6-pointed star watermark. From Fuga in Egitto. A superb, richly-inked impression with very strong contrasts, crisp plate edges and no sign of wear. DeVesme 22; Rizzi 88.
Giovanni Domenico Tiepolo - Il Battesimo Dell'imperatore Costantino

Giovanni Domenico Tiepolo - Il Battesimo Dell'imperatore Costantino

Originale 1800
Stima:

Prezzo:

Numero di lotto: 713
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Giandomenico Tiepolo Il battesimo dell'imperatore Costantino. Acquaforte. 453x224 mm Acquaforte. mm 453x224. Foglio: mm 500x370. Rizzi, n. 134. Esemplare molto raro nel primo stato su 3, prima dell'iscrizione e del numero. Da una pala di Giambattista Tiepolo eseguita nel 1759 per la chiesa di Folzano. Bella impressione su carta vergellata con filigrana "tre mezzelune".

LA BIOGRAFIA DI Giovanni Domenico Tiepolo

TIEPOLO Giandomenico , pittore italiano, nasce nel 1727 e muore nel 1804 a Venezia.
La sua prima formazione avvenne presso il padre Giambattista Tiepolo a cui rimase fedele collaboratore per tutta la vita nonostante operò anche in modo indipendente.
Seguì il padre a Wurzburg e eseguì le sovrapporte della Residenza, nel 1757 decorò a fresco la foresteria della Villa Valmarana a Vicenza, nel 1780 fu nominato presidente dell'Accademia di pittura a Venezia, nel 1783 lavorò al Palazzo Ducale a Genova e nel 1791 riprese le decorazioni di Zianigo.
Egli sviluppa una satira amarissima in cui vi sono spiriti borghesi che preludono a Goya e a Daumier.
Svolse anche una grande attività di incisore.

Arcadja LogoServizi
Abbonamento
Pubblicità
Aste Sponsorizzate
Abbonamento

Arcadja
Il prodotto
Follow Arcadja on Facebook
Follow Arcadja on Twitter
Follow Arcadja on Google+
Follow Arcadja on Pinterest
Follow Arcadja on Tumblr