Cookies help Arcadja providing its services: browsing the portal you accept their use.
I cookies aiutano Arcadja a fornire i suoi servizi: navigando nel portale ne accettate l'utilizzo.
Cookies disclosure/Informativa cookies

  • Art Auctions, Ventes aux Encheres Art, Kunstauctionen, Subastas Arte, Leilões de Arte, Аукционы искусства, Aste
  • Ricerche
  • Servizi
  • Iscrizione
    • Iscrizione
  • Arcadja
  • Cerca autore
  • Login

Pietro Testa

Italy (1611 -  1650 )
TESTA Pietro Giochi Di Putti

Pandolfini
22-nov-2016
Trova opere d’arte, risultati d’asta e prezzi di vendita dell’artista Pietro Testa nelle aste italiane ed internazionali.
Consulta stime ed aggiudicazioni di Pietro Testa Segui l'artista con le allerte via mail
Opere in Arcadja
158

Alcune opere di Pietro Testa

Estratte tra le 158 opere nel catalogo di Arcadja
Pietro Testa - Scena Con Figure E Satiri

Pietro Testa - Scena Con Figure E Satiri

Originale
Stima:

Prezzo:

Numero di lotto: 363
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Pietro Testa detto il Lucchesino (Lucca, 1612 – Roma, 1650) - Scena con figure e satiri - Dipinti Antichi - Cambi Casa d'Aste Lotto 363 Pietro Testa detto il Lucchesino (Lucca, 1612 – Roma, 1650) olio su tela, cm 45,5x66 Pietro Testa – pittore, disegnatore e incisore – ebbe vita breve poiché morì suicida nelle acque del Tevere a soli trentotto anni nel 1650. Fu artista di forte spessore filosofico, ma di temperamento oscuro e di ardua lettura iconografica. Fu allievo di Domenichino e di Pietro da Cortona, trascorse buona parte della sua vita a Roma, con Nicolas Poussin r François Duquesnoy durante la stagione del Barocco trionfante. Testa incarna la figura dell’artista di forte riflessività intellettuale, che usa il linguaggio visivo per sviluppare contenuti di origine letteraria, filosofica e religiosa. L’obiettivo di coniugare teoria e pratica nella creazione artistica, caratterizzò la personalità di Testa: da raffinato e ingegnoso artigiano divenne uomo di studio appassionato delle ‘arti della matematica’ e lettore della filosofia antica. Consultava gli scritti di Alberti, Armenini, Lomazzo, Kircher e Leonardo e i trattati di Platone, Aristotele, Euclide e Vitruvio, realizzava figurazioni sia profane che religiose dando corpo ad ardite allegorie intellettuali. Per questo lo si colloca nel novero degli “artisti maledetti” del Seicento – nel senso di artisti ribelli alla norma e al ruolo -: insieme a Salvator Rosa, Jacques Callot, Giovan Benedetto Castiglione, Pier Francesco Mola.
Pietro Testa - Giuseppe Racconta Ai Suoi Fratelli Il Sogno Del Sole E Della Luna

Pietro Testa - Giuseppe Racconta Ai Suoi Fratelli Il Sogno Del Sole E Della Luna

Originale
Stima:
Base d'asta:

Prezzo:

Prezzo Netto
Numero di lotto: 168
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
168 PIETRO TESTA DETTO IL LUCCHESINO Lucca 1611 - Roma 1650 Giuseppe racconta ai suoi fratelli il sogno del sole e della luna Olio su tela, 88,5x110,5 cm Provenienza: Asta Christie's, Roma, 2005. Il dipinto raffigura un episodio della vita del giovane Giuseppe, figlio di Giacobbe, narrato dalla Genesi. Il diciassettenne Giuseppe pascolava il gregge con i suoi undici fratelli che erano gelosi di lui perché prediletto dal padre. Giuseppe, non rendendosi conto dell'odio da cui era circondato, raccontò loro di aver sognato di aver visto il sole e la luna e undici stelle prostrarsi davanti a lui. Il sogno profetico scatenò nei fratelli il desiderio di sopprimerlo dando il via alla avventurosa storia di Giuseppe. La tela è una pregevole opera di Pietro Testa detto il Lucchesino dal nome della città di nascita. Trasferitosi assai giovane a Roma, entrò alla scuola del Domenichino e trasse ispirazione dalle opere di Raffaello e Polidoro da Caravaggio. Fu anche per un breve periodo a scuola da Pietro da Cortona. Con gli anni Quaranta la sua pittura si fa più scura e cupa, con forti contrasti chiaroscurali e un evidente influsso carraccesco, ben visibile anche in questa tela.
Pietro Testa - Giochi Di Putti

Pietro Testa - Giochi Di Putti

Originale c.1632
Stima:

Prezzo:

Prezzo Lordo
Numero di lotto: 52
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Testa, Pietro
(Lucca 1611 – Roma 1650)
GIOCHI DI PUTTI. 1632 ca.
Acquaforte e bulino. mm 393x273.
Le Blanc, 27. TIB 45/20, 28. Bellini (Testa), 11. Cropper, 11.
Firmata sulla lastra in basso a destra. Nel margine
inferiore la dedica a Gerolamo Buonvisi sormontata dalla
stella a sei punte simbolo della casata. Stato unico.
Foglio di notevole qualità
. Ottima impressione stampata
con leggero
plate-tone
e residui di inchiostrazione ai bordi
della lastra. Margini di 3/4 mm oltre l\’\’impronta della
lastra, una leggera piega verticale e un piccolo strappo
nell\’\’angolo inferiore sinistro.
Pietro Testa - Martirio Di S. Erasmo

Pietro Testa - Martirio Di S. Erasmo

Originale
Stima:

Prezzo: Non Divulgato
Numero di lotto: 48
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
PIETRO TESTA (Lucchesino) Martirio di S. Erasmo
1630 - 1631
Acquaforte
275x185 mm (Gravierung / inciso)
Iscrizione nell´inciso: firm. in b. a ds.: PT; dedica nel margine al c.: S. ERASME ORA PRO NOBIS / Allo spirito nobile del mio Benefattore il Sig.r Stefano Garbesi / Suo servo Pietro Testa Dona et Dedica.
Pietro Testa - Il Giardino Di Venere

Pietro Testa - Il Giardino Di Venere

Originale
Stima:
Base d'asta:

Prezzo:

Numero di lotto: 90
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Pietro Testa (Lucca, 1611 - Roma, 1650)

Il giardino di Venere.

1631-37 ca.

Acquaforte. mm 358x420. Foglio: mm 380x445.

Bartsch
, 26.

Bellini (Testa)
, 12.

Cropper
, 13. Monogrammata \“PTL\” a lettere intrecciate nell\’\’immagine in basso a destra; al di sotto nel margine bianco \“Gio.Iacomo Rossi forma Roma alla Pace\” .
Ottima prova nel III stato su 3, dopo la sostituzione dell\’\’ indirizzo di Ferrante Callisto con quello di Giovan Giacomo De Rossi, impressa su pesante carta vergellata con filigrana \“Reverenda Camera Apostolica\”. Buoni margini, da 10 a 20 mm, ai lati e in alto, sottile il margine inferiore. Al verso traccia di piega centrale verticale e di altre trasversali oltre a lievi segni di polvere e d\’\’uso. Altrimenti ottima conservazione.

LA BIOGRAFIA DI Pietro Testa

TESTA Pietro , detto il Lucchesini, è un pittore e incisore italiano, nasce a Lucca nel 1612 e muore a Roma nel 1650.
Dopo essersi trasferito a Roma si formò presso il Cortona e stabilì dei rapporti col Domenichino.
Nutrì inoltre l'influenza di tendenze idealizzanti e arcadiche, ma che sono piene di un intenso cromatismo di origine veneta e di riferimenti barocchi.
tra i suoi lavori principali possiamo ricordare "Agar e Ismaele" e "La strage degli Innocenti".

Arcadja LogoServizi
Abbonamento
Pubblicità
Aste Sponsorizzate
Abbonamento

Arcadja
Il prodotto
Follow Arcadja on Facebook
Follow Arcadja on Twitter
Follow Arcadja on Google+
Follow Arcadja on Pinterest
Follow Arcadja on Tumblr