Cookies help Arcadja providing its services: browsing the portal you accept their use.
I cookies aiutano Arcadja a fornire i suoi servizi: navigando nel portale ne accettate l'utilizzo.
Cookies disclosure/Informativa cookies

  • Art Auctions, Ventes aux Encheres Art, Kunstauctionen, Subastas Arte, Leilões de Arte, Аукционы искусства, Aste
  • Ricerche
  • Servizi
  • Iscrizione
    • Iscrizione
  • Arcadja
  • Cerca autore
  • Login

Vincenzo Morani

Italy (1809 -  1870 )
MORANI Vincenzo Cesto Con Frutta

Il Ponte Casa D'aste Srl
16-mag-2018
Trova opere d’arte, risultati d’asta e prezzi di vendita dell’artista Vincenzo Morani nelle aste italiane ed internazionali.
Consulta stime ed aggiudicazioni di Vincenzo Morani Segui l'artista con le allerte via mail
Opere in Arcadja
10

Alcune opere di Vincenzo Morani

Estratte tra le 10 opere nel catalogo di Arcadja
Vincenzo Morani - Coppia Di Bozzetti Raffiguranti San Paolo E San Benedetto

Vincenzo Morani - Coppia Di Bozzetti Raffiguranti San Paolo E San Benedetto

Originale
Stima:
Base d'asta:

Prezzo:

Numero di lotto: 608
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
VINCENZO MORANI Roma 1859 - 1941 Coppia di bozzetti raffiguranti San Paolo e San Benedetto Olio su tela, cm 35 X46 (2) Provenienza: Finarte, Milano, 9 novembre 1999, lotto 277 I bozzetti in esame sono un eccellente esempio dell'arte di Vincenzo Morani, pittore di formazione classica desunta dai modelli raffaelleschi e barocchi. La sua formazione si svolse all'Istituto di Belle Arti a Napoli dove dal 1828 fu allievo del Cammarano e dal 1830 al 1857 lavor ò all'Abbazia benedettina di Cava dei Tirreni e le tele qui presentate, si suppongono studi dedicati a questa impresa. A suggerirlo sono i santi benedettini San Beda, San Leandro e San Romualdo e logicamente San Benedetto raffigurati. Bibliografia di riferimento: S. Gnisci, 'Vincenzo Morani', in 'La pittura in Italia. L'Ottocento', a cura di E. Castelnuovo, Milano 1991, II, p. 928 M. Picone Petrusa, 'I. Valente, La pittura napoletana dell'Ottocento', Napoli 1993, p. 147 M. T. Sorrenti, 'Artisti calabresi all'Accademia di belle arti di Napoli: Vincenzo Morani, Angelo Mazzia e Achille Martelli', in 'I Borbone e la Calabria: 1734-1861', a cura di R. M. Cagliostro, Roma 2000, pp. 107 - 114
Vincenzo Morani - Crocifissione

Vincenzo Morani - Crocifissione

Originale 1847
Stima:

Prezzo:

Numero di lotto: 57
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Vincenzo Morani

Polistena 1809 – Roma 1870

CROCIFISSIONE, 1847

olio su tela, cm 69,5x52.

Firmato e datato in basso verso destra: V. Morani f. Roma 1847

Figlio di Fortunato, appartenente ad una famiglia di decoratori e scultori

attiva in Calabria nel XVIII secolo, Vincenzo Morani iniziò la sua

formazione accanto al padre, partecipando all\’\’\’\’attività della sua famiglia.

Successivamente proseguì la sua formazione a Napoli, dall\’\’\’\’inizio circa

degli anni Venti, presso il Real Istituto di Belle Arti, ed esordì con l\’\’\’\’opera

Veduta di un tempio presso l\’\’\’\’esposizione della Biennale borbonica nel

1830. Ricevette poi la sua prima commissione dai monaci benedettini

che gli affidarono l\’\’\’\’ affresco del refettorio dell\’\’\’\’abbazia della SS. Trinità

di Cava dei Tirreni; in questa occasione conobbe Walter Scott, che si era

recato nell\’\’\’\’abbazia nel 1832, e lo ritrasse impegnato a leggere i codici

longobardi custoditi presso il luogo sacro. Successivamente si trasferì a

Roma e qui ottenne importanti committenze, entrato ormai a far parte

del panorama artistico della città. Dopo aver dipinto L\’\’\’\’ incoronazione

di Ester nel 1840, custodita oggi presso la Galleria nazionale d\’\’\’\’ arte

moderna di Roma, ricevette gli incarichi forse più importanti di questo

periodo, da parte del duca Marino Torlonia – che gli affidò

la decorazione della cappella del palazzo di famiglia in piazza Venezia –

e del fratello di costui, il conte Alessandro, che gli commissionò il

dipinto Apollo che riceve doni e omaggi dalle muse. In tali occasioni Morani

venne in contatto con le personalità di spicco dell\’\’\’\’epoca, che avevano

partecipato alle decorazioni dell\’\’\’\’illustre residenza nobiliare,

tra cui Francesco Coghetti e Francesco Podesti. L\’\’\’\’importanza di questi

lavori fruttò al pittore una grande notorietà: nel 1846 il re delle Due

Sicilie Francesco II volle per sé una Sacra famiglia, oggi custodita presso il

Museo di Capodimonte a Napoli, mentre nel 1847 dipinse

una Crocifissione per la chiesa del cimitero Nuovo di Poggio Reale,

su incarico di Ferdinando II, opera che riscosse un grande

apprezzamento di pubblico e critica, tanto che venne considerata come

il dipinto più rappresentativo del pittore, fattispecie che probabilmente

indusse Morani ad affrontare le tematiche sacre in diverse occasioni,

come nell\’\’\’\’opera qui presentata, in cui spicca la qualità esecutiva

e l\’\’\’\’armonia nell\’\’\’\’uso del colore.
Vincenzo Morani - Bozzetto Raffigurante San Leandro E San Beda

Vincenzo Morani - Bozzetto Raffigurante San Leandro E San Beda

Originale
Stima:
Base d'asta:

Prezzo:

Numero di lotto: 606
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
VINCENZO MORANI Roma 1859 - 1941 Bozzetto raffigurante San Leandro e San Beda Olio su tela, cm 32 X85 (2) Provenienza: Finarte, Milano, 9 novembre 1999, lotto 277
Vincenzo Morani - Cesto Con Frutta

Vincenzo Morani - Cesto Con Frutta

Originale 1850
Stima:

Prezzo:

Prezzo Netto
Numero di lotto: 1575
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Vincenzo Morani ( Polistena 1809 - Roma 1870 ) "Cesto con frutta" 1850 olio su tela (cm 48x62) Firmato, datato e locato Roma in basso a sinistra In cornice (difetti)
Arcadja LogoServizi
Abbonamento
Pubblicità
Aste Sponsorizzate
Abbonamento

Arcadja
Il prodotto
Follow Arcadja on Facebook
Follow Arcadja on Twitter
Follow Arcadja on Google+
Follow Arcadja on Pinterest
Follow Arcadja on Tumblr