Cookies help Arcadja providing its services: browsing the portal you accept their use.
I cookies aiutano Arcadja a fornire i suoi servizi: navigando nel portale ne accettate l'utilizzo.
Cookies disclosure/Informativa cookies

  • Art Auctions, Ventes aux Encheres Art, Kunstauctionen, Subastas Arte, Leilões de Arte, Аукционы искусства, Aste
  • Ricerche
  • Servizi
  • Iscrizione
    • Iscrizione
  • Arcadja
  • Cerca autore
  • Login

Henri Matisse

France (Chateau Cambresis 1869 -  Nizza 1954 ) Wikipedia® : Henri Matisse
MATISSE Henri Donna Nuda

Casa d'aste Bonino
18-dic-2013
Trova opere d’arte, risultati d’asta e prezzi di vendita dell’artista Henri Matisse nelle aste italiane ed internazionali.
Consulta stime ed aggiudicazioni di Henri Matisse Segui l'artista con le allerte via mail

 

Detto anche :

Matisse

Matisse Henry

 

Opere in Arcadja
7648

Alcune opere di Henri Matisse

Estratte tra le 7,648 opere nel catalogo di Arcadja
Henri Matisse - Le Repos Du Modèle

Henri Matisse - Le Repos Du Modèle

Originale 1922
Stima:
Base d'asta:

Prezzo:

Prezzo Lordo
Numero di lotto: 461
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Henri Matisse (Le Cateau-Cambrésis, 1869 - Nizza, 1954) Le repos du modèle. 1922. Litografia su carta Cina. mm 222x300. Foglio: mm 270x360. Duthuit 416. Secondo stato/II. Firmato nella lastra in alto a destra. In basso a destra timbro a secco dell'editore, la Galerie des Peintres-Graveurs di Parigi. L'incisione proviene dall'album Les peintres lithographes de Manet à Matisse (Parigi, 1925), tirato in 575 esemplari e arricchito da 20 incisioni, tra le quali litografie di Kees Van Dongen, Henri de Toulouse Lautrec e Maurice De Vlaminck. Bellissima impressione ad ampi margini, perfettamente conservata e parzialmente applicata a passe-partout moderno.
Henri Matisse - Invito Al Ballo

Henri Matisse - Invito Al Ballo

Originale 1951
Stima:
Base d'asta:

Prezzo:

Numero di lotto: 190
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Henri Matisse (Cateau Cambresis 1869 - Nizza 1954) Invito al ballo (1951) litografia a colori, es. CXXXVIII/CC, cm 34 x 25,5 (cm 65 x 50 misure del foglio) Firma e data nella lastra In basso al centro timbro a secco dell'Editore Studio Perna, Milano AltroSi tratta di un'edizione postuma, tirata in CC ess. in numeri romani
Henri Matisse - Femme Au Medaillon

Henri Matisse - Femme Au Medaillon

Originale 1937
Stima:

Prezzo:

Prezzo Lordo
Numero di lotto: 329
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Henri Matisse

(Le Cateau-Cambrésis 1869 – Nizza 1954)

FEMME AU MEDAILLON. 1937

Penna e inchiostro nero su carta vergellata.

mm 606x406.

Firmato e datato a penna \“Henri Matisse 37\”.

Al verso timbro \“PM\” (non su Lugt) in basso a destra.

Provenienza:

James Wise/Berggruen & Cie, Parigi

Galleria d\’\’Arte Brera, MIlano (1961)

Galleria La Medusa, Roma (1964)

Si ringrazia Wanda De Guébriant per le indicazioni che

hanno consentito la schedatura dell\’\’opera.

Di tutti gli artisti del primo novecento Henri Matisse è quello che

più compiutamente traghetta l\’\’esperienza post-impressionista

nelle forme dell\’\’ arte del nuovo secolo. Recepita l\’\’ esperienza

coloristica e figurativa maturata dall\’\’eredità fin de siècle di Cézanne,

Van Gogh e Signac, Henri Matisse orienta il suo percorso

verso la ricerca del \“carattere essenziale delle cose\”, come ebbe

a scrivere nel suo \“Notes d\’\’un peintre\” del 1908, elaborando

una ricerca artistica votata all\’\’equilibrio, alla purezza e alla serenità.

Nel luglio del 1939, collegandosi a quanto già espresso nel sag gio

del 1908, Matisse firma su \“Le Point\” una difesa dei suoi

disegni con l\’\’articolo dal titolo allusivo \“Notes d\’\’un peintre sur

son dessins\”. Riconoscendo il debito formativo nei confronti

dei maestri antichi, dichiara esplicitamente che quell\’\’ eredità

deve essere assorbita ma poi dimenticata in favore del raggiungimento

di una maggiore sintesi espressiva personale. Così la

linea semplice della penna diventa strumento di quella ricerca

di sintesi ed essenzialità, simile ad una scrittura di nero su bianco

che non ammette indecisioni o pentimenti; se l\’\’opera non

riesce si getta via e si ricomincia da capo. Tutti i suoi disegni, a

partire dalla fine degli anni Trenta, sono preceduti da studi pre paratori

condotti con tecniche più complesse e meno scarne

del puro outline ; la ricerca di luce e atmosfera, dell\’\’ espressione

dei volti, delle caratteristiche dei modelli, è progettata da studi

a matita e gessetto sfumato; la loro declinazione finale è la sin tesi

a penna. Sarebbe dunque erroneo interpretare i disegni

di Matisse come \“schizzi\” poiché la sintesi grafica è il punto di

arrivo e non la partenza. \“Sono come un danzatore o un funambolo\” ,

scriveva Matisse, \“che inizia la sua giornata con molte

ore di esercizio così che ogni parte del suo corpo gli obbedisca,

quando poi è difronte al pubblico vuole liberare le sue emozioni

in una successione di movimenti di danza lenti e veloci o in

eleganti piroette\”.

Così nella metà degli anni Trenta realizza numerose serie nel

tema dell\’\’artista e la modella e poi, agli inizi degli anni Quaranta

la sua famosa \“Thèmes et Variations\”, descrizione libera e guiz zante

di volti femminili e nature morte. Del 1938 e fino al 1947 è

la traduzione in incisione di questa sua sua sintetica leggerezza

nelle linoleografie dove il nero assoluto del fondo esalta la si nuosa

velocità degli intagli bianchi.

Questa nuova cifra grafica costituirà un precedente fondante

per la storia e la tecnica del disegno del XX secolo.
Henri Matisse - Nudo

Henri Matisse - Nudo

Originale 1920
Stima:

Prezzo:

Numero di lotto: 291
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
&#945
291. Henri Matisse (Le Cateau-Cambrésis 1869 – Nizza 1954) -
Nudo, 1920
matita su carta, cm 48 x 33,5
Firmato in basso a destra: Henri Matisse
Al verso all’angolo inferiore destro il timbro a inchiostro con le lettere PM
Dichiarazione di Marguerite Duthuit - Matisse, in data: Paris, 9 novembre 1960

PROVENIENZA: galleria Brera, Milano, lotto n°154, Asta 28 Aprile 1964; Collezione Ugo Tognazzi, Roma

HENRI MATISSE (LE CATEAU-CAMBRÉSIS 1869 - NICE 1954) NUDE, 1920, PENCIL ON PAPER, CM 48 x 33,5 SIGNED LOWER RIGHT
Henri Matisse - Donna Nuda

Henri Matisse - Donna Nuda

Originale 1914
Stima:

Prezzo: Non Divulgato
Numero di lotto: 29
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Henri Matisse
Donna nuda
1914
INCHIOSTRO SU CARTA

altezza: 28,1 cm

larghezza: 26,4 cm

HENRI MATISSE (1869 - 1954)

Donna nuda, 1914

Inchiostro su carta, 28,1x26,4 cm.

Firma al verso: \“Henri Matisse 14\”

Elementi distintivi

Al verso, varie annotazioni non autografe a matita, scritta e

timbro parzialmente cancellati (si legge \“Roma 1939\”)

Stato di conservazione

Segno: 95%

Supporto: 70% (pieghe, arrossamenti ai bordi,

foxing diffuso)

LA BIOGRAFIA DI Henri Matisse

MATISSE Henri nasce a Le Cateau Cambresis nel 1869.
Nel 1889 intraprende studi di legge, ma li lascia presto per dedicarsi alla pittura.
Dal 1891 al 1892 studia all'Academie Julian di Parigi.
Nel 1893 entra come allievo nell'atelier di Gustave Moreau.
Sue opere figurano al primo Salon d'Automne del 1903.
Nello stesso periodo inizia la collaborazione con Ambroise Vollard, famoso mercante parigino.
Nella sua galleria Matisse tiene la prima mostra personale nel 1904.
Nel 1905 la prima grande mostra dei "Fauves" consacra Matisse tra i massimi artisti francesi della nuova generazione, e vero caposcuola del gruppo.
Tra il 1904 e il 1907 Henri Matisse dipinge alcune opere fondamentali: Luxe, Calme et Volupté, La joie de vivre, Nu bleu, Luxe I.
Negli stessi anni inizia il rapporto di amicizia con Leo, Gertrude, Sarah e Michael Stein.
I quattro collezionisti acquistano sue opere e lo fanno conoscere agli americani di passaggio a Parigi.
Nel 1906, proprio in occasione di una delle serata a casa di Gertrude Stein, conosce Pablo Picasso.
Sempre grazie agli Stein conosce Alfred Stieglitz, che nel 1908 organizza la prima mostra di Matisse a New York, presso la sua galleria.
E' Vollard a far conoscere il lavoro di Matisse al collezionista russo Serghej Schukin, che tra il 1907 e il 1914 acquista sue opere ininterrottamente.
Nello stesso periodo l'artista attua una progressiva semplificazione delle forme, culminante nei due grandi pannelli La dance e La musique, realizzati tra il 1909 e il 1910 per Schukin stesso.
Nel 1913 Henri Matisse effettua un viaggio in Marocco, da cui trae ispirazione per una serie di opere famose.
Alcune tele figurano all'Armory Show di New York e alla Secessione di Berlino.
Nel 1917 si stabilisce a Nizza.
Dopo le vaste tele dell'ultimo decennio, Matisse si dedica a opere di formato più piccolo.
Riprende temi già sperimentati: interni, nature morte, figure distese.
Negli anni '20 fanno la loro apparizione anche le "Odalische".
Bruscamente troncato il rapporto con Schukin, a causa della guerra e dalla morte del collezionista, Matisse instaura rapporti con importanti collezionisti americani: Albert Barnes, le sorelle Etta e Claribel Cone di Baltimore.
Sulla spinta dell'interesse del collezionismo americano, ne corso degli anni '20 il mercato dell'arte del '900 è in crescita.
In occasione di grandi aste del 1928, alcune opere di Matisse spuntano i prezzi più alti tra quelle degli artisti della sua generazione.
Nel 1930 viaggia a New York e a Tahiti.
La Kunsthalle di Basilea e il Museum of Modern Art di New York gli dedicano importanti mostre antologiche.
Ma il progetto che lo impegna maggiormente nel corso degli anni '30 è la grande decorazione murale, commissionata da Albert Barnes per la sua fondazione a Merion (Barnes Foundation.
Elabora uno studio e una prima versione dell'opera, che però non si adatta alle dimensioni dell'ambiente.
Così deve realizzarne una seconda versione.
Tra il 1943 e il 1948 Matisse soggiorna in vari luoghi, tra cui Venezia.
Nel 1949 ritorna definitivamente a Nizza.
Proprio in questo periodo ha luogo quel processo di semplificazione della rappresentazione e di riduzione a principi ornamentali, testimoniato dai "papiers dècoupis" degli anni '50.
Culmine di questa ricerca, i lavori eseguiti per la Cappella del Rosario di Vence: mosaici, vetrate, sculture ecc.
Nel 1950 gli viene assegnato il Gran Premio per la pittura della Biennale di Venezia.
Henri Matisse muore a Nizza nel 1954.

Arcadja LogoServizi
Abbonamento
Pubblicità
Aste Sponsorizzate
Abbonamento

Arcadja
Il prodotto
Follow Arcadja on Facebook
Follow Arcadja on Twitter
Follow Arcadja on Google+
Follow Arcadja on Pinterest
Follow Arcadja on Tumblr