Antonio Ligabue

Switzerland (Zurigo 1899Gualtieri 1965 ) - Opere Wikipedia® - Antonio Ligabue
LIGABUE Antonio La Terra E Il Contadino In Trentacinque Proverbi Veneti E Una Puntasecca Originale [

Gonnelli /17-mag-2014
Non Divulgato
Non aggiudicato

Trova opere d’arte, risultati d’asta e prezzi di vendita dell’artista Antonio Ligabue nelle aste italiane ed internazionali.
Consulta stime ed aggiudicazioni di Antonio Ligabue Segui l'artista con le allerte via mail
Opere in Arcadja
115

Alcune opere di Antonio Ligabue

Estratte tra le 115 opere nel catalogo di Arcadja
Antonio Ligabue - Leonessa

Antonio Ligabue - Leonessa

Originale
Stima:

Prezzo:

Numero di lotto: 88
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
LIGABUE Antonio Zurigo, 18/12/1899 Gualtieri, 27/05/1965 Leonessa anni 50 grafite su carta cm. 32.9 x 47.9 E. Dei, M. Moretti, 'Le avventure della forma. Dall'espressività di Viani, Sironi, Rosai alla realtà allucinata di Ligabue Transavanguardia e oltre', catalogo della mostra a Seravezza, Palazzo Mediceo, 1 luglio - 9 settembre 2012, Fondazione Terre Medicee, p. 45 Scritta 'Disegno a matita originale di Antonio Ligabue III periodo (1952-1962), Guastalla, 11/05/1993' (al retro)
Antonio Ligabue - Cane E Nubi

Antonio Ligabue - Cane E Nubi

Originale
Stima:
Base d'asta:

Prezzo:

Numero di lotto: 663
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Antonio Ligabue Cane e nubi 1966 PUNTASECCA SU CARTA altezza: 37,5 cm larghezza: 57,5 cm Ligabue Antonio Cane e nubi, 1966 puntasecca su carta, cm. 37,5x57,5 (lastra cm. 23x26,5), es. 19/47 firmato in lastra in alto a sinistra, timbro a secco della Galleria d'Arte Negri di Guastalla in basso a destra, etichetta per autenticità e timbri della galleria Il Castello di Adria ed etichetta ed autentica della Galleria d'Arte Negri di Guastalla con timbro e firma al retro
Antonio Ligabue - Senza Titolo

Antonio Ligabue - Senza Titolo

Originale -
Stima:
Base d'asta:

Prezzo:

Prezzo Netto
Numero di lotto: 914
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Antonio Ligabue Senza titolo lotto di 12 acqueforti su carta altezza: 49,5 cm larghezza: 70 cm LIGABUE ANTONIO Zurigo (Svizzera) 12/12/1889 - Gualtieri (Re) 27/05/1965 Senza titolo lotto di 12 acqueforti su carta cm. 49,5x70, ognuna tirata in 100 esemplari (varie edizioni), timbro della Collezione Tagliavini, Parma al retro con etichetta che attesta la tiratura con inchiostro nero in 100 esemplari, le lastre furono a suo tempo ordinate al pittore Ligabue dal collezionista Alfonso Tagliavini di Parma che ne garantisce l'autenticità. La tiratura è stata curata e controllata dalla Galleria Caldarese, Bologna, opere prive di cornice.
Antonio Ligabue - La Terra E Il Contadino In Trentacinque Proverbi Veneti E Una Puntasecca Originale [

Antonio Ligabue - La Terra E Il Contadino In Trentacinque Proverbi Veneti E Una Puntasecca Originale [

Originale
Stima:
Base d'asta:

Prezzo:

Numero di lotto: 729
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Antonio Ligabue (1899-1965) La terra e il contadino in trentacinque proverbi veneti e una puntasecca originale [...]. Puntasecca 380x285 Firmato 1967 In-folio (mm 380x285). Carte [8] con 1 puntasecca dell'Artista raffigurante il suo autoritratto. Lastra: mm 295x240. Firmata a rovescio nell'inciso. Tiratura di 115 esemplari di cui il presente reca il n. 88.
Antonio Ligabue - Il Parto Della Mucca

Antonio Ligabue - Il Parto Della Mucca

Originale
Stima:
Base d'asta:

Prezzo:

Numero di lotto: 37
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
LIGABUE Antonio (Zurigo, 18/12/1899 - Gualtieri, 27/05/1965) Il parto della mucca grafite su carta cm. 47 x 65 Firma 'Ligabue Antonio' (in alto a sinistra) Bibliografia: E. Dei, M. Moretti, 'Le avventure della forma. Dall'espressività di Viani, Sironi, Rosai alla realtà allucinata di Ligabue Transavanguardia e oltre', catalogo della mostra a Seravezza, Palazzo Mediceo, 1 luglio - 9 settembre 2012, Fondazione Terre Medicee, p. 45

LA BIOGRAFIA DI Antonio Ligabue

LIGABUE Antonio nato a Zurigo nel 1899 e morto a Gualtieri (Reggio Emilia) nel 1965.
Pittore italiano, figlio naturale di una donna friulana emigrata, a pochi mesi di vita fu affidato ad una famiglia di Zurigo, nel 1917 a seguito di una violenta crisi con la madre adottiva venne ricoverato in una clinica psichiatrica, dopodiche nel 1919 fu espulso dalla svizzera dopo una denuncia della stessa donna.
Fu portato a Gualtieri (Reggio Emilia), il paese d'origine del padre naturale e qui condusse una vita quasi solitaria, disegnando nei boschi e lavorando l'argilla, finchè nel 1928 venne scoperto da Marino Mazzacurati, maestro della prima scuola romana, che lo incoraggiò nel proseguire la sua attività artistica e gli insegnò la tecnica della pittura a olio.
Tutta la sua produzione fu improntata ad un interesse ossessivo e violento per gli animali esotici e selvaggi, ambientati nei paesaggi familiari della pianura padana, con una violenza cromatica che ricorda gli espressionisti e Van Gogh.
Dipinse anche numerosi autoritratti, che furono il segno di un ininterrotto travaglio esistenziale.
Tra le sue opere: "Testa di tigre", "Leopardo con serpente" e "Il re della foresta".

Arcadja LogoProdotti
Abbonamenti
Pubblicità
Aste Sponsorizzate
Abbonamenti

Chi siamo
Il Prodotto
Follow Arcadja on Facebook
Follow Arcadja on Twitter
Follow Arcadja on Google+
Follow Arcadja on Pinterest
Follow Arcadja on Tumblr