Cookies help Arcadja providing its services: browsing the portal you accept their use.
I cookies aiutano Arcadja a fornire i suoi servizi: navigando nel portale ne accettate l'utilizzo.
Cookies disclosure/Informativa cookies

  • Art Auctions, Ventes aux Encheres Art, Kunstauctionen, Subastas Arte, Leilões de Arte, Аукционы искусства, Aste
  • Ricerche
  • Servizi
  • Iscrizione
    • Iscrizione
  • Arcadja
  • Cerca autore
  • Login

Pietro Libertino Liberi

Italy (Padua 1614 -  Venice 1687 ) Wikipedia® : Pietro Libertino Liberi
LIBERI Pietro Libertino Sacra Famiglia

Meeting Art
30-apr-2017
Trova opere d’arte, risultati d’asta e prezzi di vendita dell’artista Pietro Libertino Liberi nelle aste italiane ed internazionali.
Consulta stime ed aggiudicazioni di Pietro Libertino Liberi Segui l'artista con le allerte via mail
Opere in Arcadja
158

Alcune opere di Pietro Libertino Liberi

Estratte tra le 158 opere nel catalogo di Arcadja
Pietro Libertino Liberi - Allegory Of The Spring

Pietro Libertino Liberi - Allegory Of The Spring

Originale
Stima:

Prezzo: Non Divulgato
Numero di lotto: 84
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
PIETRO LIBERI (Padua 1605 - Venice 1687) ALLEGORY OF THE SPRING Oil on canvas, cm. 126,5 x 116 PROVENANCE Illustrious Milanese family CONDITIONS OF THE PAINTING Recent re-lining, Restoration points scattered on the sky and on the dresses FRAME Giltwood frame of the end of the 19th century PIETRO LIBERI (Padova 1605 - Venezia 1687) ALLEGORIA DELLA PRIMAVERA Olio su tela, cm. 126,5 x 116 PROVENIENZA Illustre famiglia milanese Sensualità, venetismo e matrice barocca sono presenti in questo splendido dipinto e si fondono in una unica soluzione suggerendo una possibile lettura stilistica a favore di Pietro Liberi. Presente è il sensualismo di estrazione veneta che si legge attraverso i corpi, mentre la componente barocca, appresa durante la permanenza a Roma, si scorge nella monumentalità delle figure e nell'incresparsi dei panni svolazzanti. In paragone ricordiamo opere con 'Il Ritrovamento di Mosè', conservata presso Colnaghi a Londra e il dipinto 'Il Giudizio di Paride ', della collezione Landi di Reggio Emilia. Tutte queste opere , come quella in questione condividono il sereno neoveronesismo di questo periodo pittorico dell'artista. L'opera in virtù di questi elementi culturali potrebbe essere inquadrata intorno al settimo decennio del XVII secolo CONDIZIONI DEL DIPINTO Rintelo recente, Punti di restauro sparsi sul cielo e sulle vesti CORNICE Cornice in legno dorato a racemi fioriti e cartigli, della fine del XIX secolo Il dipinto è accompagnato da perizia del Prof. Ugo Ruggeri di Venezia
Pietro Libertino Liberi - Sacra Famiglia

Pietro Libertino Liberi - Sacra Famiglia

Originale
Stima:
Base d'asta:

Prezzo:

Numero di lotto: 612
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
612 PIETRO LIBERI Padova 15/04/1614 - Venezia 18/12/1687 Sacra Famiglia Olio su tela, 66x58 cm Pietro Liberi trattò raramente temi sacri ma quando vi si impegnò lo seppe fare con grande felicità espressiva. L'originale taglio compositivo di questa tela, molto ravvicinato, si basa sull'evidenza data in primo piano al tenero corpicino del Bambin Gesù dormiente che viene osservato con devota attenzione da Giuseppe e Maria. Molto suggestivo il contrasto fra i tratti somatici realistici del vecchio Giuseppe con le sue rughe accentuate e la idealizzata levità della testa della Madonna. Inconfondibile la pennellata corposa e cromaticamente accesa da tonalità rosate e violette del Liberi.
Pietro Libertino Liberi - Allegoria Della Primavera

Pietro Libertino Liberi - Allegoria Della Primavera

Originale -
Stima:
Base d'asta:

Prezzo:

Prezzo Netto
Numero di lotto: 51
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Lot 51: Pietro Liberi (Padova 1614 - Venezia 1687) Allegoria della Primavera (Zefiro e Aurora che spargono rugiada)
Pietro Liberi (1605-1687)
Description:

olio su tela, cm 90 x 73

Allegory of Spring

oil on canvas, cm 90 x 73 La giovane donna del presente dipinto, tornita e ridondante,è una reinterpretazione seicentesca del prototipo della bellezza veronesiana, a cui il pittore veneto Pietro Liberi si riferisce spesso nel corso della sua lunga carriera. Si tratta probabilmente di una allegoria della Primavera o ancora forse personificazione della Rugiada.

Diversamente da quanto qui si propone, in una lettera datata Roma 30 gennaio 1990 (in copia), Giuliano Briganti identifica il soggetto come "Borea che rapisce Orizia", inserendo l'opera "autorevolmente nel novero della ricca produzione mitologica" del pittore padovano. Secondo lo studioso l'opera va riferita alla piena maturità di Pietro Liberi.

Il lotto è offerto con Attestato di Libera Circolazione.

The lot is sold with a valid export license.
Pietro Libertino Liberi - Nu Féminin De Dos

Pietro Libertino Liberi - Nu Féminin De Dos

Originale
Stima:
Base d'asta:

Prezzo:

Prezzo Lordo
Numero di lotto: 84
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Description:

Pietro Liberi

Padoue, 1605 - 1687

Nu féminin de dos

Crayon noir, estompe et rehauts de craie blanche

'FEMALE NUDE SEEN FROM BEHIND', BLACK CHALK AND WHITE HIGHLIGHTS, BY P. LIBERI

h: 41 w: 28,60 cm

Provenance : Vente anonyme ; New York, Christie's,12 janvier 1988, n° 14 ;

Acquis auprès de la galerie Perrin, Paris, en 1988 ;

Collection particulière, Ile-de-France

Bibliographie : Ugo Ruggeri, "Nuovi disegni veneziani del Seicento e del Settecento dal Padovanino a Sebastiano Ricci", in Arte Documento, 1991, n° 183

Ugo Ruggeri, 'Pietro e Marco Liberi. Pittori nella Venezia del Seicento', 1996, p. 259-260, n° PD 21, repr.
Pietro Libertino Liberi - Allegoria Dell’abbondanza O Della Primavera

Pietro Libertino Liberi - Allegoria Dell’abbondanza O Della Primavera

Originale
Stima:

Prezzo:

Numero di lotto: 104
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
104. Pietro Liberi (Padova 1614 - Venezia 1687) -
Allegoria dell’Abbondanza o della Primavera
olio su tela, cm 90 x 73
Bella e gratiosa si debbe dipingere l'Abondanza, si come cosa buona, e desiderata da ciascheduno, quanto brutta e abominevole è riputata la carestia, cosi definisce Cesare Ripa nell'Iconologia, l'Allegoria dell'Abbondanza che, circondata da cornucopie, fiori e frutti, quasi fosse una Primavera o una Cerere, dà l'avvio a questo repertorio di immagini allegoriche, riferimento fondamentale per tutti gli artisti fin dagli ultimi anni del Cinquecento. Bella è anche la giovane donna del presente dipinto, tornita e ridondante, una reinterpretazione seicentesca del prototipo della bellezza veronesiana a cui il pittore veneto Pietro Liberi si riferisce spesso nel corso della sua lunga carriera. E mentre viene trascinata forse in volo sembra spargere gocce e dal suo seno strizzato esce abbondante il latte. Abbondanza dunque, o Allegoria della Primavera o ancora forse personificazione della Rugiada. Proprio tra i dipinti documentati di Pietro Liberi dall'erudito veneziano Marco Boschini, ma attualmente perduti, infatti, figura nella proprietà di Marchiò Lanza a Venezia la Rugiada che sprizza il latte dal seno (cfr M. Boschini, La Carta del Navegar Pitoresco (1660), ed. a cura di A. Pallucchini, Venezia-Roma 1966, p. 532; S. Savini Branca, Il collezionismo veneziano del Seicento, Firenze 1965, p. 232; e U. Ruggeri, Pietro e Marco Liberi. Pittori nella Venezia del Seicento, Rimini 1996, p. 242).
Diversamente da quanto qui si propone, in una lettera datata Roma 30 gennaio 1990 (in copia), Giuliano Briganti identifica il soggetto come "Borea che rapisce Orizia", inserendo l'opera "autorevolmente nel novero della ricca produzione mitologica" del pittore padovano. Secondo lo studioso l'opera va riferita alla piena maturità di Pietro Liberi. PLEASE CONTACT THE OLD MASTER PAINTINGS DEPARTMENT TO HAVE A TRANSLATION OF THIS CATALOGUE ENTRY
Arcadja LogoServizi
Abbonamento
Pubblicità
Aste Sponsorizzate
Abbonamento

Arcadja
Il prodotto
Follow Arcadja on Facebook
Follow Arcadja on Twitter
Follow Arcadja on Google+
Follow Arcadja on Pinterest
Follow Arcadja on Tumblr