Frida Kahlo

(19071954 ) - Opere Wikipedia® - Frida Kahlo
KAHLO Frida Autorretrato En Miniatura

Sotheby's /25-mag-2011
570.613,41 - 855.920,11
Non aggiudicato

Trova opere d’arte, risultati d’asta e prezzi di vendita dell’artista Frida Kahlo nelle aste italiane ed internazionali.
Consulta stime ed aggiudicazioni di Frida Kahlo Segui l'artista con le allerte via mail

 

Detto anche :

Frida

 

Opere in Arcadja
34

Alcune opere di Frida Kahlo

Estratte tra le 34 opere nel catalogo di Arcadja
Frida Kahlo - Maternidad

Frida Kahlo - Maternidad

Originale 1932
Stima:

Prezzo:

Prezzo Netto
Numero di lotto: 46
Altre OPERE IN ASTA
Frida Kahlo - Survivor

Frida Kahlo - Survivor

Originale 1938
Stima:

Prezzo:

Prezzo Lordo
Numero di lotto: 27
Altre OPERE IN ASTA

LA BIOGRAFIA DI Frida Kahlo

Frida KAHLO il cui nome completo era Magdalena Carmen Frida Kahlo y Calderón, pittrice messicana, nasce a Coyoacán il 6 luglio 1907.Quando aveva solo quattro anni in Messico vi fu la rivoluzione di Emiliano Zapata che poi nel 1919 venne tradito da alcuni compagni ed ucciso.
Il popolo disse: " Zapata è fuggito con il suo cavallo bianco ed è andato a vivere in Arabia ".
Il Messico fu al centro di grandi fermenti socialisti e comunisti, di lotte agrarie e contadine e vi abitarono intellettuali di grande valoreA sei anni Frida si ammalò di poliomelite e questa malattia, per cui allora non esisteva il vaccino, le diede problemi al piede destro.
A 15 anni Frida si innamorò di uno studente, Alejandro Gomez Aria.
Erano insieme il tragico e funesto giorno in cui Frida diciassettenne si trovò su un autobus che si scontrò con un trenino.
La sicurezza stradale in quel tempo a Città del Messico era molto poca e l'incidente, che ebbe una dinamica terrificante, provocò alcuni morti e molti feriti di cui la più grave fu Frida.
Sia lei che Alejandro raccontarono l'incidente, da cui il fidanzato di Frida uscì fisicamente indenne ma chiaramente sconvolto.
Per mesi Frida restò in ospedale tra la vita e la morte e il suo unico conforto era scrivere bellissime lettere ad Alejandro.
Le conseguenze di questo incidente tormentarono Frida per tutta la vita, subì una ventina di operazioni e provò sofferenze indicibili.
Nonostante questo Frida amò appassionatamente la vita e seppe trovare la sua strada: la pittura.Dopo l'incidente che la costrinse per diversi mesi immobile a letto con un busto di gesso, scoprì, grazie al forzato riposo la sua passione per la pittura.
La madre le regalò un nuovo letto a baldacchino, sopra il quale venne installato uno specchio.
All'inizio il "regalo" la sconvolse totalmente, in quanto a causa della posizione supina che doveva mantenere era costretta a vedersi dritta in faccia.
Da quì il tema dell'autoritratto.
Il primo che dipinse fu per il suo amore adolescenziale, Alejandro.
Nei suoi ritratti raffigurò molto spesso gli aspetti drammatici della sua vita, il maggiore dei quali fu il grave incidente di cui rimase vittima nel 1925 mentre viaggiava su un torpedone.
I postumi di quell'incidente (un palo le perforò il bacino e a causa delle ferite sarà sottoposta nel corso degli anni a trentadue interventi chirurgici) condizioneranno la sua salute per tutta la vita.Sotto questo aspetto, forte risulta nei suoi quadri l'impatto di elementi fantastici accostati ad oggetti in apparenza incongruenti.Andò sposa nel 1929 al pittore di murales Diego Rivera; divorziò e lo risposò nel 1940 a San Francisco.
Da lui aveva assimilato uno stile volutamente naïf che la portò a dipingere in particolare piccoli autoritratti ispirati all'arte popolare e alle tradizioni precolombiane.
La sua chiara intenzione era, ricorrendo a soggetti tratti dalle civiltà native, affermare in maniera inequivocabile la propria identità messicana.Il suo cruccio maggiore fu quello di non aver avuto figli.
La sua appassionata (e all'epoca discussa) storia d'amore con Rivera è raccontata in un suo diario.
Ebbe - dicono le cronache - numerosi amanti, di ambo i sessi, con nomi che, neanche all'epoca, potevano passare inosservati come quelli del rivoluzionario russo Leon Trotsky e del poeta André Breton.
Fu amica e probabilmente amante di Tina Modotti, militante comunista e fotografa nel Messico degli Anni venti.

Arcadja LogoProdotti
Abbonamenti
Pubblicità
Aste Sponsorizzate
Abbonamenti

Chi siamo
Il Prodotto
Follow Arcadja on Facebook
Follow Arcadja on Twitter
Follow Arcadja on Google+
Follow Arcadja on Pinterest
Follow Arcadja on Tumblr