Cookies help Arcadja providing its services: browsing the portal you accept their use.
I cookies aiutano Arcadja a fornire i suoi servizi: navigando nel portale ne accettate l'utilizzo.
Cookies disclosure/Informativa cookies

  • Art Auctions, Ventes aux Encheres Art, Kunstauctionen, Subastas Arte, Leilões de Arte, Аукционы искусства, Aste
  • Ricerche
  • Servizi
  • Iscrizione
    • Iscrizione
  • Arcadja
  • Cerca autore
  • Login

Giovanni Fattori

Italy (Livorno 1825 -  Firenze 1908 ) Wikipedia® : Giovanni Fattori
FATTORI Giovanni Butteri A Cavallo

Il Ponte Casa D'aste Srl
16-mag-2018
Trova opere d’arte, risultati d’asta e prezzi di vendita dell’artista Giovanni Fattori nelle aste italiane ed internazionali.
Consulta stime ed aggiudicazioni di Giovanni Fattori Segui l'artista con le allerte via mail

 

Detto anche :

Giovannifattori

 

Opere in Arcadja
665

Alcune opere di Giovanni Fattori

Estratte tra le 665 opere nel catalogo di Arcadja
Giovanni Fattori - Butteri A Cavallo

Giovanni Fattori - Butteri A Cavallo

Originale
Stima:

Prezzo:

Numero di lotto: 1646
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Giovanni Fattori ( Livorno 1825 - Firenze 1908 ) "Butteri a cavallo" 1900-1901 pastelli colorati su carta (cm 54,5x97,5) Firmato e datato 190(?) in basso a sinistra Al retro: timbri Provenienza: Galleria d'Arte Edmondo Sacerdoti Milano. Timbri al retro Opera accompagnata da certificato di autenticità su fotografia rilasciato da Giovanni Malesci; certificato di autenticità e registrata presso gli archivi dell'Istututo Matteucci con il n. 415230 In cornice
Giovanni Fattori - The Drum Major

Giovanni Fattori - The Drum Major

Originale
Stima:

Prezzo:

Numero di lotto: 1288
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Giovanni Fattori (Livorno 1825–1908 Florence) The drum major, signed G. Fattori and stamped on the reverse Galleria D\’arte Edmondo Sacerdoti - Milano, oil on panel, 26 x 13 cm, framed, (GG) Provenance: Giovanni Malesci Collection, Florence; Paolo Stramezzi Collection, Crema; Private Collection Italy. Catalogued and illustrated in: Exhibition catalogue Giovanni Caradente, Palma Bucarelli, I Macchiaioli, editalia, Rome, May–June 1956, Venice, Palazzo Reale, 18 August – 7 October 1956, p. 67, no. 100 and 41 (ill.) Exhibited: Rome, Galleria Nazionale d\’Arte Moderna, I Macchiaioli, 1956, no. 100. We are grateful to Dr Andrea Baboni for confirming the authenticity on the basis of the original and for his kind assistance in the cataloguing of the present work. A certificate issued by \‘Archivio Baboni per la pittura Italiana del XIX secolo\’ with number 1028-F is available. Il dipinto qui riprodotto, Il Tamburo Maggiore, è opera di rilievo e suggestiva di Giovanni Fattori, riferibile agli anni 1870-1875, quando il pittore si cimenta ancora in quelle tavolette cosi assolute, costruite nell\’uso sintetico e strutturato della \“macchia\”. Si tratta della raffigurazione significativa della figura del militare compreso nella sua importante funzione. La scena è costruita su una sintesi di estrema efficacia, a cogliere il protagonista rappresentato essenziale, privo di ogni ridondanza e di ogni accattivante dettaglio di natura. Sintesi astrattiva, dove la pennellata, meditata ma stesa con efficacia, definisce i volumi con saldezza ed esalta cromaticamente con tocchi di bianco e riflessi di luce la figura, vivificata dalla raffinatezza delle colorazioni giocate sul blu intenso della divisa, l\’avorio chiaro de tamburo e il bianco della fascia che ne regge il peso: il tutto vivificato da alcuni particolari smaltati nel colore rosso. La figura, insolitamente frontale, è interpretata con particolare finezza nei caratteri fisiognomici. Specialist: Gautier Gendebien
Giovanni Fattori - I Carbonai

Giovanni Fattori - I Carbonai

Originale
Stima:

Prezzo:

Prezzo Netto
Numero di lotto: 557
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Giovanni Fattori Livorno 1825 - Firenze 1908 I carbonai Acquaforte su zinco, cm. 25,2x20 (lastra), cm. 51,3x38,2 (carta) In basso a destra: timbro a secco Centenario / Gio Fattori / 1925. Edizione Benaglia n. 122. Bibliografia Andrea Baboni, Anna Allegranza Malesci, Giovanni Fattori, l'opera incisa (in formato originale), 2 voll., Edizioni Over, Milano, 1983, vol I, pp. 268, 269, tav. CXXII, vol. II, p. 532, n. CXXII.
Giovanni Fattori - I Miei Cani Pomeri

Giovanni Fattori - I Miei Cani Pomeri

Originale
Stima:

Prezzo:

Prezzo Netto
Numero di lotto: 188
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
GIOVANNI FATTORI (Livorno, 1825 - Firenze, 1908) I miei cani pomeri Acquaforte su zinco, mm. 380x510 (foglio); mm. 150x200 (lastra) Firma in basso a sinistra; in basso a destra timbro a secco centenario Gio.Fattori 1925. Bibliografia: 1987, Andrea Baboni, Le incisioni di Giovanni Fattori nella collezione Franconi e catalogo generale dell'opera incisa Fattoriana, Edizioni Pananti, Firenze, tav. 68.
Giovanni Fattori - Studio Di Vegetazione

Giovanni Fattori - Studio Di Vegetazione

Originale 1865-1870
Stima:

Prezzo:

Prezzo Netto
Numero di lotto: 185
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
GIOVANNI FATTORI (Livorno, 1825 - Firenze, 1908) Studio di vegetazione, 1865-1870 Olio su tela, cm. 34,5x20,5 Firma in basso a destra. L'opera è registrata dall'Archivio Baboni per la catalogazione generale dei dipinti di G.Fattori, comprendente l'aggiornamento del Catalogo Malesci, erede universale dell'artista.

LA BIOGRAFIA DI Giovanni Fattori

FATTORI Giovanni , pittore italiano, nasce a Livorno nel 1825 e muore a Firenze nel 1908.
Fattori è considerato, insieme a Silvestro Lega e Telemaco Signorini, uno dei maggiori rappresentanti dei Macchiaioli.
Della sua vita si hanno poche notizie, soprattutto per quanto riguarda il suo periodo giovanile.
Figlio di un artigiano, studiò a Livorno e a Firenze, in un secondo momento frequentò il caffè Michelamgelo e si unì al gruppo dei Macchiaioli, dei quali fu il rappresentante più autorevole.
La sua attività artistica esordìcon una pittura storica a soggetto romanzesco, ma dopo poco tempo iniziò a ritrarre dal vero scene di vita militare e con l'opera "Il campo italiano dopo la battaglia di Magenta" si diresse verso una pittura naturalistica, questo dipinto fu anche il manifesto della pittura di storia risorgimentale.
In un secondo momento Fattori abbandonò il chiaroscuro romantico per passare a un contrasto a "macchie" di luce-colore di grande nettezza, in questo modo costruiva i suoi quadri per zone cromatiche.
Interessante sapere che parecchie volte utilizzò anche le qualità del supporto per poter creare effetti suggestivi come il lasciar trasparire le venature o la grana.
Eseguì anche numerosi ritratti e tratto i temi quali quello dei paesaggi, della gente della Maremma e della vita militare.
Le sue opere sono unite dal forte realismo utilizzato dall'autore, Fattori stesso afferma che l'arte deve trarre ispirazioni dalla natura e dall'impegno sociale.
Giovanni fattori deve essere ricordato anche come acquarellista e acquafortista.
Tra le sue tante opere ricordiamo: "In vedetta" 1871, "Il quadrato di Custoza" 1876-80, "La torre del Marzocco" 1885-90, "La nipotina" 1856, "La terza moglie" 1905, "Lo staffato" 1882 e "La diligenza" 1880.

Arcadja LogoServizi
Abbonamento
Pubblicità
Aste Sponsorizzate
Abbonamento

Arcadja
Il prodotto
Follow Arcadja on Facebook
Follow Arcadja on Twitter
Follow Arcadja on Google+
Follow Arcadja on Pinterest
Follow Arcadja on Tumblr