Cookies help Arcadja providing its services: browsing the portal you accept their use.
I cookies aiutano Arcadja a fornire i suoi servizi: navigando nel portale ne accettate l'utilizzo.
Cookies disclosure/Informativa cookies

  • Art Auctions, Ventes aux Encheres Art, Kunstauctionen, Subastas Arte, Leilões de Arte, Аукционы искусства, Aste
  • Ricerche
  • Servizi
  • Iscrizione
    • Iscrizione
  • Arcadja
  • Cerca autore
  • Login

Salvador Dali

Spain (Figueres 1904 -  Figueres 1989 ) Wikipedia® : Salvador Dali
DALI Salvador Joven Flor Jugando A La Comba (plato Joven)

Meeting Art
5-giu-2018
Trova opere d’arte, risultati d’asta e prezzi di vendita dell’artista Salvador Dali nelle aste italiane ed internazionali.
Consulta stime ed aggiudicazioni di Salvador Dali Segui l'artista con le allerte via mail

 

Detto anche :

Dali' Salvador

Dali Salvator

Dalì Salvadore

 

Opere in Arcadja
18108

Alcune opere di Salvador Dali

Estratte tra le 18,108 opere nel catalogo di Arcadja
Salvador Dali - Tristan Et Iseult - Frocin

Salvador Dali - Tristan Et Iseult - Frocin

Originale
Stima:

Prezzo: Non Divulgato
Numero di lotto: 57
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
SALVADOR DALI\’ [Figueras (Spagna) 1904 - 1989]Tristan et Iseult - Frocin, le mauvais nainacquaforte acquatinta su carta 45x33 cm, esemplare 47/125, firma in basso a destra.Bibliografia:-"The original catalog of the Graphic Works of Salvador Dali", a cura di Albert Field, pagina 61 al n° 70-10 ref. H. senza riserva
Salvador Dali - Paternoster

Salvador Dali - Paternoster

Originale 1966
Stima:
Base d'asta:

Prezzo:

Numero di lotto: 275
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
SALVADOR DALÌ (1904-1989) Paternoster, 1966-1971 Cofanetto contente la preghiera del padre nostro riprodotte in varie lingue e 9 tavole a colori a piena pagina realizzate appositamente da Salvador Dalì riproducenti le sue opere originali. Cm 41x34,5x2 Legatura editoriale in tutta seta blu con titoli oro al dorso e sul piatto Note Rizzoli Editore (Mi), seconda edizione: Giugno 1971
Salvador Dali - Le Sale Pleureur

Salvador Dali - Le Sale Pleureur

Originale 1968
Stima:

Prezzo:

Prezzo Netto
Numero di lotto: 960
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
SALVADOR DALÌ (Figueras, 1904 - 1989) Le Sale pleureur, 1968 Incisione e puntasecca su carta Japon colorata a mano, mm. 545x245; es. 37/95 Dalla cartella Le Amours de Cassandre 1968. Firmata in basso a destra e numerata in basso a sinistra. Timbro a secco cachè della firma dell’artista in basso a destra. Bibliografia: 1994, Dalì – Catalogue raisonnè of Etchings and mixed-media prints 1924-1980 Prestel – Monaco 1994 – pag. 163-164 n° 253.
Salvador Dali - Chevalier Et Trompette

Salvador Dali - Chevalier Et Trompette

Originale
Stima:
Base d'asta:

Prezzo:

Prezzo Lordo
Numero di lotto: 1027
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Salvador Dalì (Figueres, 1904 - 1989) Chevalier et trompette. Acquaforte e puntasecca acquerellata su carta Japon. mm 470x600. Foglio: mm 565x770. Numerata a matita in basso a sinistra, firmata a matita in basso a destra. Es. n. 175/300. Leggere pieghe e traccia di precedenti incollaggi al verso ma buona conservazione.
Salvador Dali - Joven Flor Jugando A La Comba (plato Joven)

Salvador Dali - Joven Flor Jugando A La Comba (plato Joven)

Originale
Stima:

Prezzo:

Prezzo Netto
Numero di lotto: 16A
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
SALVADOR DALI\’ Figueras (Spagna) 1904 - 1989 Joven flor jugando a la comba (Plato joven)piatto in ceramica serigrafata Ø 41,5 cm, esemplare 0631 /1500 , firma e anno 1977 in lastra in basso a destra, titolo, tiratura e timbri di Italcambio Edizioni al retro.La virgen de las golondrinas (Plato virgen)piatto in ceramica serigrafata Ø 41,5 cm, esemplare 0119 /1500 , firma e anno 1977 in lastra in basso a sinistra, titolo, tiratura e timbri di Italcambio Edizioni al retro.Dafne (Plato Dafne)piatto in ceramica serigrafata Ø 41,5 cm, esemplare 0119 /1500 , firma e anno 1977 in lastra in basso a destra, titolo, tiratura e timbri di Italcambio Edizioni al retro.* LOTTO FRAGILE * (vedere note alla pagina di presentazione dell'asta sul catalogo o sul sito)

LA BIOGRAFIA DI Salvador Dali

DALI Salvador Cocktail ben assortito di genialità e delirio, pittore del surreale e di mondi onirici, Salvador Dalì ha avuto una vita segnata dalla stranezza fin dal principio.
Nato a Figueras il giorno 11 maggio 1904 dopo tre anni dalla morte del primo fratello, il padre pensò bene di chiamarlo allo stesso modo, forse per non essere mai riuscito a dimenticare il primogenito.
Una circostanza un po' "malata", che non ha certo giovato all'equilibrio mentale del piccolo Salvador, il quale, natio della Catalogna, appena adolescente espone alcuni dipinti presso il teatro municipale della sua cittadina, riscuotendo un significativo apprezzamento critico.
Nel 1921 si iscrive all'Accademia di belle arti di San Fernando a Madrid, dove stringe amicizia con il regista Luis Bunuel e il poeta Federico Garcia Lorca.
Con quest'ultimo trascorre l'estate a Cadaqués nel 1925.
L'anno successivo soggiorna a Parigi, dove incontra Pablo Picasso, e viene espulso dall'Accademia.
La sua prima pittura è connotata dalle influenze futuriste, cubiste, e soprattutto dall'opera di Giorgio De Chirico.
Negli anni successivi il suo sodalizio artistico e intellettuale con Lorca e Bunuel produce lavori di scenografia teatrale e cinematografica, come i due celebri film "Un chien andalou "e "L'age d'or".
Sul piano pittorico ben presto la sua attenzione viene attirata dalle riproduzioni di dipinti di Max Ernst, Mirò e Tanguy, i maestri dell'inconscio tradotto su tela.
Nel 1929 entra finalmente nel gruppo dei surrealisti e nel 1931, insieme a Breton, elabora gli "oggetti surrealisti a funzione simbolica".
Ma il surrealismo di Salvador Dalì è comunque fortemente personalizzato: ispirato a De Chirico ed imbevuto di richiami alla psicanalisi freudiana, è caratterizzato da una tecnica minuziosa, levigata e fredda.
Nel 1930 pubblica "La femme visible", saggio dedicato a Gala, sua moglie dal 1929, modella e musa per tutta la vita.
Questo libro segna un nuovo orientamento di Dalì, che inizia a coniugare un realismo quasi accademico con un delirio deformante, talvolta macabro.
Qualche anno dopo si scontra con i surrealisti a proposito del dipinto "L'enigma di Guglielmo Tell", sinchè nel 1936 avviene una prima rottura con il gruppo di Breton, che diventerà definitiva tre anni dopo.
Nel frattempo Dalì aveva partecipato all'Esposizione internazionale dei surrealisti a Parigi e ad Amsterdam.
Tra il 1940 e il 1948 vive a New York, insieme a Gala Éluard, occupandosi di moda e design.
In questi anni ha occasione di esporre le sue opere al Museum of Modern Art insieme a Mirò e di contribuire, con il disegno delle scene, al film di Alfred Hitchcock "Io ti salverò".
Al termine del soggiorno statunitense rientra in Europa insieme a Gala.
Nel 1949 prosegue l'attività scenografica per il cinema collaborando con Luchino Visconti.
Nel decennio sucessivo espone in Italia, a Roma e Venezia, e a Washington.
Nel 1961 viene messo in scena a Venezia il Ballet de Gala, con coreografie di Maurice Béjart.
Sono molte le esposizioni negli anni successivi, a New York, Parigi, Londra, sino all'importante antologica a Madrid e Barcellona nel 1983.
Sette anni dopo espone le sue opere stereoscopiche al Guggenheim Museum e a maggio del 1978 viene nominato membro dell' Accadèmie des Beaux-Artes di Parigi.
L' anno seguente si tiene una retrospettiva di Dalì al centre Georges Pompidou di Parigi, trasferita poi alla Tate Gallery di Londra.
Il 10 giugno 1982 muore Gala e nel luglio dello stesso anno gli viene conferito il titolo di "archese di Pùbol" Nel maggio del 1983 dipinge "La coda di rondine", suo ultimo quadro.
Nel 1984 riporta gravi ustioni a causa dell'incendio della sua camera al castello di Pùbol, dove ormai risiede stabilmente.
Salvador Dalì muore il 23 gennaio 1989 nella torre Galatea a causa di un colpo apoplettico.
In rispetto alle sue volontà viene sepolto nella cripta del Teatro-Museo Dalì a Figueras.
Nel suo testamento lascia allo Stato spagnolo tutte le opere e le sue proprietà.
Viene organizzata una grande retrospettiva postuma nella Staatsgalerie di Stoccarda, trasferita poi alla Kunsthaus Zurich.

Arcadja LogoServizi
Abbonamento
Pubblicità
Aste Sponsorizzate
Abbonamento

Arcadja
Il prodotto
Follow Arcadja on Facebook
Follow Arcadja on Twitter
Follow Arcadja on Google+
Follow Arcadja on Pinterest
Follow Arcadja on Tumblr