Cookies help Arcadja providing its services: browsing the portal you accept their use.
I cookies aiutano Arcadja a fornire i suoi servizi: navigando nel portale ne accettate l'utilizzo.
Cookies disclosure/Informativa cookies

  • Art Auctions, Ventes aux Encheres Art, Kunstauctionen, Subastas Arte, Leilões de Arte, Аукционы искусства, Aste
  • Ricerche
  • Servizi
  • Iscrizione
    • Iscrizione
  • Arcadja
  • Cerca autore
  • Login

Sebastiano Conca

Italy (Gaeta 1680 -  Napoli 1764 ) Wikipedia® : Sebastiano Conca
CONCA Sebastiano San Giovanni Nepomuceno, San Vincenzo Ferrer, San Giacomo, San Luigi Gonzaga E Un Santo Vescovo In Adorazione Della Santissima Trinità E Della Vergine

Minerva Auctions /19-mag-2015
7.000,00 - 10.000,00
10.000,00

Trova opere d’arte, risultati d’asta e prezzi di vendita dell’artista Sebastiano Conca nelle aste italiane ed internazionali.
Consulta stime ed aggiudicazioni di Sebastiano Conca Segui l'artista con le allerte via mail
Opere in Arcadja
223

Alcune opere di Sebastiano Conca

Estratte tra le 223 opere nel catalogo di Arcadja
Sebastiano Conca - Trinità In Gloria Tra Angeli E Santi

Sebastiano Conca - Trinità In Gloria Tra Angeli E Santi

Originale
Stima:

Prezzo:

Prezzo Lordo
Numero di lotto: 647
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
SEBASTIANO CONCA (Gaeta, 1680 - Napoli, 1764) Trinità in Gloria tra Angeli e Santi Olio su tela, cm 89,5X105 Questo straordinario bozzetto, ricondotto al catalogo di Sebastiano Conca da Nicola Spinosa e Giancarlo Sestieri, presenta precise analogie con l'affresco realizzato da Vito D'anna nel 1751 nella cupola della chiesa palermitana di Santa Caterina, il cui modelletto fu proprio fornito dall'artista di Gaeta, e il D'Anna si recò appositamente a Roma per acquisire cartoni, disegni e bozzetti onde poterli utilizzare per le sue imprese pittoriche siciliane. Il nostro schizzo appare altresì influenzato dal Luca Giordano maturo ed evidenti sono le relazioni con il fare pittorico del Giaquinto e del suo elegante gusto rocaille. Nonostante le similitudini, però, Giaquinto esprime una stesura diafana e trasparente, mentre il Conca ha pennellate più pastose e contrastate, panneggi mossi e pieni di vitalità. Per il Sestieri l'esecuzione del bozzetto si colloca tra il 1730 e il 1735, data motivata dall'affinità con 'Il Trionfo della Chiesa' nel Museo Duca di Martina di Napoli, 'Assunzione della Vergine' conservata alla Galleria Nazionale di Capodimonte e 'Allegoria' già nella collezione Schaffer di New York. E' particolare che il pittore possa aver fornito ad un collega dei modelletti e, come nel caso di Giaquinto, è risaputo che era pratica consueta quella di realizzare opere in piccolo da conservare come immagini di archivio o da destinare ai collezionisti o ad artefici di minore inventiva. L'esistenza di diverse prove a bozzetto, quindi, non sminuisce il valore artistico, basti ricordare che vi erano molti amatori che richiedevano saggi d'abilità, come ad esempio l'avvocato napoletano Nicola Pepe, che a sentire il De Dominici, tormentava il Giaquinto per ottenere studi e bozzetti: 'Intanto saputosi in Napoli da suoi amici il credito in cui era salito, fu pregato dall'avvocato D. Nicola Pepe suo antico conoscente, perché gli desse la consolazione di vedere qualche tratto del suo rinomato pennello, ed il Giaquinto adempì agli atti della buona amicizia' (cfr. B. De Dominici, 'Vite dei Pittori, Scultori ed Architetti Napoletani', Napoli, 1745, p. 626). Tornando all'opera in esame, occorre, infine, evidenziare la sua felicità cromatica, dle tonalità fresche e chiare, pienamente pertinenti al gusto coloristico di Sebastiano e qui avvalorate dalla buona conservazione della tela. Bibliografia di riferimento: 'London, Heim Gallery, Baroque sketches, drawings & sculptures. Autumn exhibition', Londra 1967, n. 24 'Sebastiano Conca, 1680-1764', catalogo della mostra a cura di G. Sestieri, Roma 1981, p. 54, n. 54 C. Siracusano, 'La Pittura del Settecento in Sicilia', Roma 1986, pp. 270-281, tav. L 7
Sebastiano Conca - Rebecca Al Pozzo

Sebastiano Conca - Rebecca Al Pozzo

Originale
Stima:

Prezzo:

Prezzo Netto
Numero di lotto: 200
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Sebastiano Conca Gaeta (Lt) 1680 - Napoli 1764 Rebecca al pozzo Olio su tela, cm. 74,5x98,5Comunicazione scritta di Nicola Spinosa.Allievo di Solimena, suo aiuto a Montecassino, lavora a Roma dal1706 al 1750, eccetto brevi soggiorni in Toscana, Piemonte eNapoli, ove muore.Nel clima romano si misura con Maratta, Chiari e Passeri, eusufruisce del mecenatismo del cardinale Ottoboni e dei PapiBenedetto XIII e Clemente XI.A Torino realizza opere importanti nella Reggia della Venaria enella Basilica di Superga. A Siena realizza nell'Ospedale un grandeaffresco. Dal 1739 al 1741 è eletto presidente dell'Accademia diSan Luca. Influenza durante il lungo periodo romano CorradoGiaquinto e i pittori francesi di Villa Medici.Scrive Nicola Spinosa nella sua comunicazione: " La Rebecca alpozzo qui in esame, infatti, pur conservando ancora, per l’’impastocromatico rischiarato e prezioso, come per il sontuoso panneggiodelle vesti dei singoli personaggi – protagonisti e comparse –raffigurati nella scena dipinta, dallo studiato impiantoscenografico e dagli evidenti effetti teatrali, precisi ricordi emarcate suggestioni per precedenti modelli di Francesco Solimenaintorno al 1700, presenta soluzioni formali e tipologiche (inparticolare per le figure di Rachele e della compagna che le èaccanto) che si riscontrano affini, seppur con diverse inclinazionisoprattutto espressive, in dipinti coevi di Giuseppe Chiari, diBenedetto Luti e di Placido Costanzi, tutti orbitanti intorno aMaratta e con i quali Conca anche in questo dipinto condivide l’’ambientazione dell’’episodio biblico in un luminoso paesaggio dellacampagna romana, tra querce possenti e antiche rovine, buoi, capree altri animali, dolci colline sullo sfondo sormontate torri e muradi castelli medievali. Da segnalare, in aggiunta, che la figura diRachele replica identica quella della Samaritana al pozzo che conCristo è rappresentata in una tela di grandi dimensioni conservatain una privata collezione di Gaeta, di cui è bozzetto preparatorioil dipinto di una raccolta londinese esposto alla mostra su Concapresentata a Gaeta nel 1981 (catalogo a cura di G. Sestieri e N.Spinosa, n. 15, pp. 120-121). Per questa composizione fu suggeritauna datazione tra il 1710 e il 1715, anni durante i quali sicolloca verosimilmente anche la tela qui esaminata". Bibliografia di riferimento A.M. Clark, Sebastiano Conca and the Roman Rococo, in Apollo,1967;G. Sestieri, Contributi al Conca, in Commentari, 1969-70;Sebastiano Conca (1680 - 1764), catalogo della mostra a cura di G.Sestieri e N. Spinosa, Gaeta, Centro Storico Culturale "Gaeta",luglio – ottobre 1981, Edizione La Poligrafica, Gaeta, 1981;J.Turner, ad vocem, in The Dictionary of Art, vol. 7, New York,Grove 1996, pp. 681–684.
Sebastiano Conca - Allegoria Dell'immacolata Concezione

Sebastiano Conca - Allegoria Dell'immacolata Concezione

Originale
Stima:

Prezzo:

Numero di lotto: 131
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Descrizione Lotto n. 131 Sebastiano Conca Allegoria dell'immacolata concezione Olio su tela cm 73x98 Il dipinto è offerto con una comunicazione scritta del prof. Ferdinando Bologna ai proprietari datata 1970. In essa lo studioso sottolinea la relazione che esiste tra quest’’’’ opera e &#8243L’’’’ Assunzione&#8243 che Conca eseguì nel 1731 per la chiesa dei Santi Martina e Luca a Roma, e con la paletta dell’’’’ &#8243Immacolata concezione&#8243 del Museo Civico di Torino, eseguita anch’’’’essa dal maestro intorno al 1730 per l’’’’ oraotrio della chiesa di San Filippo in Torino.
Sebastiano Conca - San Giovanni Nepomuceno, San Vincenzo Ferrer, San Giacomo, San Luigi Gonzaga E Un Santo Vescovo In Adorazione Della Santissima Trinità E Della Vergine

Sebastiano Conca - San Giovanni Nepomuceno, San Vincenzo Ferrer, San Giacomo, San Luigi Gonzaga E Un Santo Vescovo In Adorazione Della Santissima Trinità E Della Vergine

Originale
Stima:

Prezzo:

Prezzo Netto
Numero di lotto: 110
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
110. Sebastiano Conca (Gaeta 1680 - Napoli 1764) - San Giovanni Nepomuceno, San Vincenzo Ferrer, San Giacomo, San Luigi Gonzaga e un santo vescovo in adorazione della santissima Trinità e della Vergine olio su tela, entro sagoma centinata dipinta, cm 62,5 x 49 Provenienza: Asta Christie''s Roma, 3 marzo 1981, lotto 211. Per l’impaginazione della figure, soprattutto nella parte superiore, il dipinto trova un confronto con la pala di Sebastiano Conca raffigurante la SS. Trinità, conservata a Roma, Convento dei Padri Missionari di San Vincenzo de’ Paoli (Sebastiano Conca, catalogo della mostra, Gaeta, Palazzo de Vio, luglio - ottobre 1981, cat. 80, p. 248). SEBASTIANO CONCA (GAETA 1680 - NAPLES 1764) SAINTS WITH THE VIRGIN AND THE HOLY TRINITY, OIL ON CANVAS, 62,5 x 49 CM
Sebastiano Conca - Putti Che Giocano Intorno A Un Vaso

Sebastiano Conca - Putti Che Giocano Intorno A Un Vaso

Originale 1750
Stima:

Prezzo:

Prezzo Lordo
Numero di lotto: 654
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Sebastiano Conca Putti che giocano intorno a un vaso. Penna e inchiostro, anche acquerellato, matita rossa; carta bianca pesante a vergelle. 150x144 mm Penna e inchiostro, anche acquerellato, matita rossa; carta bianca pesante a vergelle. Foglio: mm 150x144ca. In basso al centro, manoscritta a penna e inchiostro "del Part. Conca". Opera collocabile nell'ultima parte della carriera del pittore partenopeo.
Arcadja LogoServizi
Abbonamento
Pubblicità
Aste Sponsorizzate
Abbonamento

Arcadja
Il prodotto
Follow Arcadja on Facebook
Follow Arcadja on Twitter
Follow Arcadja on Google+
Follow Arcadja on Pinterest
Follow Arcadja on Tumblr