Henri Cartier-Bresson

(19082004 ) - Fotografie Wikipedia® - Henri Cartier-Bresson
CARTIER-BRESSON Henri Cristobal Balenciaga Eizaguirre, Considerate Il Massimo Sarto Francese

ArteSegno /25-feb-2012
Non Divulgato
Non Divulgato

Trova opere d’arte, risultati d’asta e prezzi di vendita dell’artista Henri Cartier-Bresson nelle aste italiane ed internazionali.
Consulta stime ed aggiudicazioni di Henri Cartier-Bresson Segui l'artista con le allerte via mail
Opere in Arcadja
1530

Alcune opere di Henri Cartier-Bresson

Estratte tra le 1,530 opere nel catalogo di Arcadja
Henri Cartier-Bresson -  Alle Corse Di Cavalli Di Curragh, Dublino

Henri Cartier-Bresson - Alle Corse Di Cavalli Di Curragh, Dublino

Originale 1955
Stima:
Base d'asta:

Prezzo:

Numero di lotto: 86
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Lot 86: Henri Cartier-Bresson (1908-2004); Alle corse di cavalli di Curragh, Dublino, 1955 Description: Stampa alla gelatina ai sali d'argento, stampa successiva ca.1980. Timbro del fotografo sul verso cm 16 x 23,8 Gelatin silver print, printed ca. 1980. Photographer's credit stamp on the verso. Notes: Literature: Henri Cartier-Bresson, Art& Srl, Udine 1988, p. 55
Henri Cartier-Bresson - Intervallo Al Festival Di Glynderbournem

Henri Cartier-Bresson - Intervallo Al Festival Di Glynderbournem

Originale
Stima:

Prezzo:

Prezzo Lordo
Numero di lotto: 31
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
31. Henri Cartier-Bresson (1908-2004) - Intervallo al Festival di Glynderbournem, 1955 Stampa alla gelatina sali d'argento, stampa successiva 1980 ca. Timbro del fotografo sul verso cm 23,8 x 15,8 (9.3 x 6.2 in.) Gelatin silver print, printed later ca. 1980. Photographer's credit stamp on the verso.
Henri Cartier-Bresson - Marilyn Monroe In Reno The Misfits

Henri Cartier-Bresson - Marilyn Monroe In Reno The Misfits

Originale 1961
Stima:

Prezzo:

Prezzo Lordo
Numero di lotto: 17
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
17. Henri Cartier-Bresson (1908-2004) - Marilyn Monroe in Reno The Misfits, 1961 Gelatin silver print, printed ca. 1980. Photographer�s credit stamp on the verso cm 35,7 x 23,7 (14 x 9.3 in.) Stampa alla gelatina sali d'argento, stampata nel 1980 circa. Timbro del fotografo sul verso. �2000 � �3000 Torna indietro Free Online bidding
Henri Cartier-Bresson - Cristobal Balenciaga Eizaguirre, Considerate Il Massimo Sarto Francese

Henri Cartier-Bresson - Cristobal Balenciaga Eizaguirre, Considerate Il Massimo Sarto Francese

Originale 1968
Stima:
Base d'asta:

Prezzo: Non Divulgato
Numero di lotto: 17
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Cartier - Bresson Henri Senza titolo Henry Cartier- Bresson Cristobal Balenciaga Eizaguirre, considerate il Massimo sarto francese - 1968 fotografia in bianco e nero. Esemplare unico cm. 20x30 Autentica su foto Galleria Minini, Brescia Sul retro etichetta dell’’’’Archivio Rusconi Editore Firma sul retro
Henri Cartier-Bresson - Pescatori -spagna

Henri Cartier-Bresson - Pescatori -spagna

Originale
Stima:

Prezzo:

Numero di lotto: 368
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
368 Henri Cartier-Bresson (Chanteloup 1908 - L'Isle-sur-la-Sorgue 2004) PESCATORI -SPAGNA stampa alla gelatina sali d'argento vintage, cm 20x27 sul verso: siglato a inchiostro H. C. B. e iscritto a lapis June 1, 1934/ Page 66 piegature agli angoli sinistri, piccola erosione all'angolo superiore sinistro € 6.000/8.000

LA BIOGRAFIA DI Henri Cartier-Bresson

Henri CARTIER-BRESSON nasce a Chanteloup, vicino Parigi, nel 1908.
La sua è una famiglia ricca e prestigiosa.
Dopo gli studi giovanili di pittura decide di dedicarsi alla letteratura partecipando ai corsi dell’Università di Cambridge.
Nel 1931, a soli 23 anni, ritornato in Francia dopo un anno in Costa d'Avorio, Henri Cartier-Bresson scopre la gioia di fotografare, compra una Leica e parte per un viaggio che lo porta nel sud della Francia, in Spagna, in Italia e in Messico.
La Leica con la sua maneggevolezza e la pellicola 24x36 inaugurano un modo nuovo di rapportarsi al reale, sono strumenti flessibili che si adattano straordinariamente all'occhio sempre mobile e sensibile del fotografo.
Intanto, nel 1934, conosce David Szymin, un fotografo e intellettuale polacco, che più tardi cambierà nome in David Seymour (1911–1956).
Diventano subito ottimi amici, hanno molto in comune culturalmente.
Sarà Szymin a presentare al giovane Bresson un fotografo ungherese, Endré Friedmann, che verrà poi ricordato col nome di Robert Capa.
Durante la Seconda Guerra Mondiale, Cartier-Bresson entra nella resistenza francese, continuando a svolgere costantemente la sua attività fotografica.
Finita la guerra, ritorna al cinema e dirige il film Le Retour, documentario sul ritorno in patria dei prigionieri di guerra e dei deportati.
Nel 1946 viene a sapere che il MOMA di New York intende dedicargli una mostra "postuma", credendolo morto in guerra: si mette in contatto con il museo e dedica oltre un anno alla preparazione dell'esposizione, inaugurata il 1947.
Negli anni successivi è negli Stati Uniti, dove fotografa per Harper's Bazaar.
Nel 1947 fonda, insieme a Robert Capa e a David Seymour, la famosa Agenzia Magnum.
Inizierà innumerevoli viaggi in cui farà molteplici reportage che gli daranno fama mondiale.
La fotografia porta Henri in molti angoli del pianeta: Cina, Messico, Canada, Stati Uniti, Cuba, India, Giappone, Unione Sovietica e molti altri paesi.
Cartier-Bresson divenne il primo fotografo occidentale che fotografava liberamente nell'Unione Sovietica del dopo-guerra.
Dal 1948 al 1950 è in Estremo Oriente.
Nel 1952 pubblica "Images à la sauvette", una raccolta di sue foto, che ha un'immediata e vastissima eco internazionale.
Nel 1955 viene inaugurata la sua prima grande retrospettiva, che farà poi il giro del mondo, al Musée des Arts Décoratifs di Parigi.
Nel 1968, Henri Cartier-Bresson inizia gradualmente a ridurre la sua attività fotografica per dedicarsi al suo primo amore artistico: la pittura.
Nel 1979 viene organizzata a New York una mostra tributo al genio del fotogiornalismo e del reportage.
Dal 1988 il Centre National de la Photographie di Parigi ha istituito il Gran Premio Internazionale di Fotografia, intitolandolo a lui.
Nel 2000, assieme alla moglie Martine Franck ed alla figlia Mélanie crea la Fondazione Henri Cartier-Bresson, che ha come scopo principale la raccolta delle sue opere e la creazione di uno spazio espositivo aperto ad altri artisti; nel 2002 la Fondazione viene riconosciuta dallo stato francese come ente di pubblica utilità.
Muore a Céreste, (Alpes-de-Haute-Provence, Francia) il 3 agosto 2004, all'età di 95 anni.

Arcadja LogoProdotti
Abbonamenti
Pubblicità
Aste Sponsorizzate
Abbonamenti

Chi siamo
Il Prodotto
Follow Arcadja on Facebook
Follow Arcadja on Twitter
Follow Arcadja on Google+
Follow Arcadja on Pinterest
Follow Arcadja on Tumblr