Cookies help Arcadja providing its services: browsing the portal you accept their use.
I cookies aiutano Arcadja a fornire i suoi servizi: navigando nel portale ne accettate l'utilizzo.
Cookies disclosure/Informativa cookies

  • Art Auctions, Ventes aux Encheres Art, Kunstauctionen, Subastas Arte, Leilões de Arte, Аукционы искусства, Aste
  • Ricerche
  • Servizi
  • Iscrizione
    • Iscrizione
  • Arcadja
  • Cerca autore
  • Login

Jacques Callot

France (Nancy 1592 -  1635 ) Wikipedia® : Jacques Callot
CALLOT Jacques Carro Del Sole

Gonnelli /11-dic-2015
Non Divulgato
Non aggiudicato

Trova opere d’arte, risultati d’asta e prezzi di vendita dell’artista Jacques Callot nelle aste italiane ed internazionali.
Consulta stime ed aggiudicazioni di Jacques Callot Segui l'artista con le allerte via mail
Opere in Arcadja
745

Alcune opere di Jacques Callot

Estratte tra le 745 opere nel catalogo di Arcadja
Jacques Callot - Il Ventaglio

Jacques Callot - Il Ventaglio

Originale 1619
Stima:

Prezzo:

Numero di lotto: 5
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Callot, Jacques (Nancy 1592 – 1635) IL VENTAGLIO. 1619 Acquaforte. mm 225x304. Lieure, 302. Firmata sulla lastra in basso a destra. La stampa, singolare nell’’impianto compositivo ispirato ad un celebre mascherone da fontana del Buontalenti, raffigura l’’apparato scenografico della battaglia fra tessitori e tintori, rappresentata in Arno il 25 luglio 1619. II stato su 2. Bella impressione stampata con buona inchiostrazione e con gli sfondi ancora ben visibili. Ampi margini due dei quali ripiegati
Jacques Callot - Passaggio Del Mar Rosso

Jacques Callot - Passaggio Del Mar Rosso

Originale 1629
Stima:

Prezzo:

Numero di lotto: 12
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
JACQUES CALLOT Passaggio del Mar Rosso 1629 Acquaforte 116x230 mm (Kupferplatte / lastra) I stato / VII, F.C. 120270 Iscrizioni nell’’’’’’’’inciso: firm. in b. a ds.: Callot in.; priva dell’’’’’’’’iscrizione nel margine inferiore (Israel Henriet stampatore editore, Parigi 1633)
Jacques Callot - I Balli Di Sfessania

Jacques Callot - I Balli Di Sfessania

Originale
Stima:
Base d'asta:

Prezzo:

Numero di lotto: 21
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Jacques Callot (Nancy, 1592 - 1635) [da] I balli di Sfessania. Acquaforte. mm 72/81x82/95. Meaume, 641-664. Lieure, 379-402. Serie completa ed omogenea di 24 acqueforti tratte dagli originali che Callot incise tra il 1621 e il 1622. Sul frontespizio in basso "Jac. Callot In. fe. Israel Silvestre ex. cum privil. Regis". La serie è menzionata da Lieure (p. 28, 1°) che segnala la presenza della linea d’’inquadramento assente negli originali; anche la numerazione procede diversamente che negli originali.
Jacques Callot - Carro Del Sole

Jacques Callot - Carro Del Sole

Originale 1616
Stima:
Base d'asta:

Prezzo:

Numero di lotto: 15
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Jacques Callot (Nancy, 1592 - 1635) Quattro tavole da Guerra di bellezza. 1616 Serie di sei incisioni che illustravano i momenti salienti della festa, svoltasi nell’’ottobre del 1616, offerta da Cosimo II in onore di Federico della Rovere principe d’’Urbino, promesso sposo della sorella Claudia dei Medici. 1. Carro del Sole . Acquaforte. mm 150x227; Foglio: mm 195x264. Meaume , 638; Lieure , 180; Russell , 56; roma/pisa/napoli , 7.3. 2. Carro d’’Amore . Acquaforte. mm 150x228. Foglio: mm 195x260. Meaume , 639; Lieure , 181; Russell , 57; roma/pisa/napoli , 7.4. 3. Teatro fatto in Firenze nella festa a cavallo per la venuta del ser.mo principe d’’Urbino . Acquaforte. mm 225x 300. Foglio: mm 250x328/20. Meaume , 640; Lieure , 182; Russell , 58; roma/pisa/napoli , 7.5. 4. Carro di Teti . Acquaforte. mm 151x227. Foglio: mm 195x262. Lieure , 183 (lastra in sovrannumero); Russell , 59. Le stampe corredavano il volumetto Guerra di bellezza festa a cavallo fatta in Firenze per la venuta del serenissimo principe d’’ Urbino L’’ottobre del 1616 (In firenze: Zanobi Pignoni, 1616) composto nell’’occasione da Andrea Salvadori, poeta della corte medicea. Il diarista di corte, Cesare Tinghi, ha descritto minuziosamente tutti i festeggiamenti con i nomi degli artefici che vi vennero impiegati: ad Agnolo Ricci si dovevano le coreografie, le musiche furono composte da Jacopo Peri e Paolo Franceschino, il libretto era di Andrea Salvadori e gli apparati e le macchine di Giulio Parigi, gli stessi che già avevano allestito la precedente Guerra d’’Amore ( festa offerta da Cosimo II in onore della moglie Maria Maddalena d’’Austria durante il Carnevale del febbraio 1616 ). Splendide prove, tutte in perfetto stato di conservazione. Foglio 1 : I stato su 2 prima dei ritocchi apportati alla lastra, su sottile carta vergellata priva di filigrana. Margini originari (da 30/34 mm il superiore a 15mm l’’ inferiore e il destro); forellini di legatura al margine sinistro; lieve traccia di piega verticale al centro. Foglio 2 : I stato su 2 prima dei ritocchi apportati al rame, su sottile carta vergellata priva di filigrana. Margini originari (da 24/20 mm il superiore, l’’inferiore e il destro a 13 mm il sinistro); forellini di legatura al margine sinistro; lieve traccia di piega verticale al centro. Foglio 3 : I stato su 2 prima dei ritocchi alla lastra e dell’’aggiunta dell’’ indirizzo di De Rossi, impressa su sottile carta vergellata con filigrana “testa di re in cerchio” (Lieure n. 21) segnalata da Lieure per le prove più antiche. Margini originari (da 20 a 12/10 mm); il margine sinistro mancante di due sezioni in alto e in basso dove da 20 mm diviene di 10 mm, nella parte centrale più ampia sono presenti forellini di legatura; lieve traccia di alcune pieghe. Foglio 4 : Unico stato, classificato da Lieure R.R.R.R. (De la plus grande rareté), su sottile carta vergellata con filigrana “fiore di giglio in un cerchio”. Margini originari (da 27 a 18 mm); forellini di legatura al margine sinistro; lieve traccia di piega verticale al centro.
Jacques Callot - Ferdinando I Che Esamina Il Disegno Della Lanterna Per La Cupola Del Duomo Di Firenze.

Jacques Callot - Ferdinando I Che Esamina Il Disegno Della Lanterna Per La Cupola Del Duomo Di Firenze.

Originale 1619
Stima:
Base d'asta:

Prezzo:

Prezzo Lordo
Numero di lotto: 463
Altre OPERE IN ASTA
Descrizione:
Jacques Callot (Nancy, 1592 - 1635) Ferdinando I che esamina il disegno della lanterna per la cupola del Duomo di Firenze. 1619-20. Bulino. mm 225x302. Foglio: mm 280x403. Lieure , 149. Terza tavola da La vie de Ferdinand Ier De Médicis ou Les batailles des Médicis , serie in 16 pezzi compiuti e 2 oltre la numerazione, incompiuti, commissionata all’’incisore dal granduca di Toscana e data alle stampe a partire dal maggio 1619. Ottima prova nel II stato su II, dopo l’’aggiunta dell’’iscrizione nel margine inferiore (tiratura postuma), su carta vergellata con filigrana “scudo centinato con fascia trasversale”. Ampi margini. Lieve ingiallimento del foglio e minime fioriture, altrimenti conservazione ottima.

LA BIOGRAFIA DI Jacques Callot

CALLOT Jacques , incisore francese, nasce a Nancy nel 1592.
All'età di quindici anni entrò presso la bottega dell'orafo Demange Crocq, dove apprese i rudimenti del disegno con Jacques de Bellange e Claude Deruet.
In seguito fu a Roma presso l'incisore di Troyes Philippe Thomassin, dove imparò a maneggiare il bulino.
Nel 1612 si trasferì a Firenze, restandovi per nove anni sotto la protezione di Cristina di Lorena.
Qui incise nel 1617 la serie dei Capricci, ispirata al teatro, al costume popolare e al Carnevale, infine nel 1620 la Fiera dell'Impruneta.
Nel 1621 si stabilí a Nancy.
Nel 1624 si sposò con Catherine Kuttinger.
Tra il 1628 e il 1631 soggiornò più volte a Parigi, dove affidò a Israël Henriet l'edizione delle sue lastre.
Tornato a Nancy nel 1632, dove assistette sia all'invasione francese del ducato di Lorena che alla peste, eseguì "Le Miserie della guerra" nel 1633 e la seconda versione della "Tentazione di sant'Antonio" dedicata a Louis Phélypeaux.

Arcadja LogoServizi
Abbonamento
Pubblicità
Aste Sponsorizzate
Abbonamento

Arcadja
Il prodotto
Follow Arcadja on Facebook
Follow Arcadja on Twitter
Follow Arcadja on Google+
Follow Arcadja on Pinterest
Follow Arcadja on Tumblr