Massimo Campigli

Italy (Firenze 1895Saint Tropez 1971 ) - Œuvres Wikipedia® - Massimo Campigli
CAMPIGLI Massimo Ragazze Che Giocano

Artcurial | Briest - Poulain - F. Tajan /4 déc. 2012
120 000,00 - 150 000,00
Non adjugé

Trouvez oeuvres d’art, rèsultats des ventes, prix des ventes et images de l’artiste Massimo Campigli dans les ventes aux enchères françaises et internationelles
Aller à la liste complète des prix des œuvres Alerte email

 

Variantes du nom de l'artiste :

Campigli

Massimocampigli

 

Dans le catalogue
835

Quelques Oeuvres de Massimo Campigli

Extrait entre 835 œuvres dans le catalogue de Arcadja
Massimo Campigli - Le Memorie Di Casanova

Massimo Campigli - Le Memorie Di Casanova

Original 1965
Estimation:

Prix :

Prix Brut
Vente aux Enchères: Ader -15 mai 2014 - Paris
Numéro de lot: 58
D'autres OEUVRES aux enchères
Description:
Massimo Campligli (italien, 1895-1971) Le Memorie di Casanova. 1965. Eau-forte. Chaque 245 x 350. Meloni-Tavola 202. Impression en noir ou sanguine. Suite complète de 10 pl. Parfaites épreuves sur vélin, annotées « F.C.» et revêtues de la signature lithographiée. Toutes marges. Tirage total à 450 épreuves (en 1981). Timbre sec : G. A. Salamon éd, Turin (Lugt 3409).
Massimo Campigli - Marco Polo  Il Milione,

Massimo Campigli - Marco Polo Il Milione,

Original 1942
Estimation:

Prix :

Prix Net
Numéro de lot: 168
D'autres OEUVRES aux enchères
Description:
MASSIMO CAMPIGLI (1895-1971) - MARCO POLO IL MILIONE, 1942 (Meloni-Tavola, 11-40) Tirage à 150 ex. Justifié et signé par l’artiste. 30 lithographies originales tirées en ocre ou en noir dont 2 doubles pages et la couverture Milan, Ulrico Hoepli, 41,2 x 30 cm, couv. ill., chemise etui
Massimo Campigli - L'abbraccio

Massimo Campigli - L'abbraccio

Original
Estimation:

Prix :

Numéro de lot: 34
D'autres OEUVRES aux enchères
Description:
MASSIMO CAMPIGLI (1895-1971) L'abbraccio Sculpture en deux éléments. Peinture sur terre cuite. H_63 cm L_28 cm P_28 cm Un certificat d'authenticité de Monsieur Nicolas Campigli datant du 7 octobre 1997 sera remis à l'acquéreur. Cette oeuvre est enregistrée dans les archives Massimo Campigli sous le n°6609810 D'une collection privée
Massimo Campigli - Ragazze Che Giocano

Massimo Campigli - Ragazze Che Giocano

Original 1955/56
Estimation:

Prix :

Numéro de lot: 82
D'autres OEUVRES aux enchères
Description:
Massimo CAMPIGLI (Berlin, 1895-Saint-tropez, 1971) RAGAZZE CHE GIOCANO, 1955 - 1956 Huile sur toile Signée et datée en bas à droite "CAMPIGLI 56" "RAGAZZE CHE GIOCANO"; OIL ON CANVAS; SIGNED AND DATED LOWER RIGHT h: 140 w: 112 cm Provenance : Galleria Schettini, Modena Collection Luciano Pavarotti, Italie Par descendance à l'actuel propriétaire Bibliographie : Cette oeuvre sera incluse dans le Catalogue raisonné de l'oeuvre de Campigli actuellement en préparation par la Galleria Tega à Milan Commentaire : L'authenticité de cette oeuvre a été confirmée par Messieurs Nicola Campigli et Giulio Tega Estimation 120 000 - 150 000 €
Massimo Campigli - L'abbraccio

Massimo Campigli - L'abbraccio

Original
Estimation:

Prix :

Numéro de lot: 55
D'autres OEUVRES aux enchères
Description:
MASSIMO CAMPIGLI (1895-1971) L'abbraccio Sculpture en deux éléments. Peinture sur terre cuite. H_63 cm L_28 cm P_28 cm Un certificat d'authenticité de Monsieur Nicolas Campigli datant du 7 octobre 1997 sera remis à l'acquéreur. Cette oeuvre est enregistrée dans les archives Massimo Campigli sous le n°6609810 D'une collection privée

LA BIOGRAFIA DI Massimo Campigli

CAMPIGLI Massimo , pseudonimo Max Ihlenfeld, nasce a Berlino il 4 luglio 1895 da Anna Paolina Luisa Hilenfeld, ragazza madre appena diciottenne di origine alto borghese.
Il 10 febbraio, Anna Paolina sposa Giuseppe Bennet, cittadino britannico, rappresentante di una ditta di colori inglese.
Si trasferiscono in Piazza Beccaria a Firenze, dove vanno a vivere portando con loro il piccolo Max sempre sotto mentite spoglie.
La famiglia si trasferisce nel 1909 a Milano.
Max viene assunto nel 1914 al "Corriere della sera" come segretario particolare di Renato Simone.
Max in quel periodo si avvicina alla corrente futurista milanese e con lo pseudonimo di Massimo Campigli.
All'ingresso in guerra dell'Italia contro gli "Imperi Centrali", Campigli, si arruola volontario avendo prima fatto la domanda per ottenere la cittadinanza italiana.
Tornato a Milano, gli viene concessa la cittadinanza italiana per valor militare e viene riassunto dal "Corriere della Sera".
Nel mese di giugno del 1919 viene inviato dal "Corriere della sera" a Parigi e in qualità di corrispondente si appoggia alla redazione del "Matin".
Abitando a Montparnasse, frequenta il Café "Dôme", ritrovo di artisti.
Nel 1921 partecipa al Salon d'Automne con il dipinto "L'arrotino".
Nel 1922 vende alcune sue opere al noto mercante d'arte parigino Leonce Rosenberg.
Nel 1927 ormai può vivere della sua pittura; lascia l'incarico che aveva al "Corriere della Sera" ed espone a: Parigi, Zurigo, Dresda, Amburgo, Amsterdam.
Campigli nel 1936 a Milano sposa, in seconde nozze, la scultrice Giuditta Scalini.
A Venezia Giuditta darà alla luce il 23 gennaio 1943 il figlio Nicola.
Ritornati a Milano Campigli si dedica molto alla litografia.
Illustra le "Poesie" di Paul Verlaine per le edizioni della "Conchiglia".
Prepara la personale alla "Galleria del Cavallino" a Venezia.
Partecipa all'"Esposizione d'Arte Contemporanea" alla "Galleria d'Arte Moderna" di Roma.
Nel mese di giugno 1949 lascerà Milano per trasferirsi con tutta la famiglia a Parigi in Rue Delambre, nel cuore di Montparnasse.
Nel mese di maggio espone per la prima volta alla "Galerie de France".
A New York in giugno espone al Museum of Modern Art di New York" sei importanti dipinti e compare accanto ai nomi più prestigiosi dell'arte italiana nella rassegna : "Twenty-century Italian Art".
Nel periodo 1949-1950, accetta di partecipare alla formazione dell'importante collezione Verzocchi sul tema del lavoro, e realizza, insieme ad un autoritratto, L'architrave.
La collezione Verzocchi è conservata oggi alla Pinacoteca Civica di Forlì.
La mostra più importante del 1963 sarà una grande Antologica a Venezia nelle sale dell'"Ala Napoleonica" in Piazza San Marco.
Nel mese di giugno 1958 alcune opere saranno visibili prima a Copenaghen e poi alla Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma.
Ormai Campigli frequenta sempre più lo studio di Saint Tropez.
Nel mese di ottobre viene nominato dal Presidente della Repubblica Giovanni Gronchi "Commendatore al Merito della Repubblica".
Nel mese di maggio 1961 a Parigi esce la monografia di A.
Chastel intitolata "Les Idoles de Campigli" e Marcel Arland espone le ultime litografie alla "Galerie La Hune".
La rassegna biennale "France - Italie" dedica a Campigli il posto d'onore con una grande antologica.
Dopo le personali di Monaco di Baviera, di Melbourne, di Sidney e di Parigi prepara con entusiasmo l'Antologica che Milano gli dedicherà al "Palazzo Reale".
Già da tempo Accademico della "Reale Accademia del Belgio", gli viene conferita a Roma nel 1965 la nomina di : "Accademico di San Luca".
Il 1966 è un anno molto difficile per Campigli: Giuditta muore, in luglio, a Saint Tropez, dopo una lunga malattia.
Il successo è ormai cosa acquisita, mostre personali a : Tokyo, Osaka,Parigi, Roma e Milano.
Le sue opere sono esposte nelle principali rassegne internazionali.
Dal 1967 Campigli divide la sua vita tra lo studio di Saint Tropez e quello di Roma, mentre Parigi viene sempre più abbandonata.
La sera del 31 maggio 1971 è stroncato da attacco cardiaco a Saint Tropez.

Arcadja Logo
Ventes aux enchères
Artistes
Maisons de Ventes
Calendrier
Produits
Abonnements
Publicité
Sponsored Auctions
Abonnements

Qui sommes-nous
Notre Produit
Follow Arcadja on Facebook
Follow Arcadja on Twitter
Follow Arcadja on Google+
Follow Arcadja on Pinterest
Follow Arcadja on Tumblr